L'architettura del santuario e del palazzo apostolico di Loreto in un libro

on Friday, 29 November 2019 15:02

La presentazione mercoledì 4 dicembre in Accademia

Mercoledì 4 dicembre, a partire dalle ore 17, la Sala del Cenacolo dell'Accademia di Belle Arti ospiterà la presentazione del volume L'architettura del santuario e del palazzo apostolico di Loreto da Paolo II a Paolo III di Christoph Luitpold Frommel. 

Introdurranno: il Presidente e il Direttore dell'Accademia di Belle Arti - Carlo Sisi e Claudio Rocca - e la coordinatrice della Scuola di Scenografia dell'Accademia, Cristina Giorgetti.

Interverranno: Mons. Timothy Verdon e Cristina Acidini. Sarà presente l'autore insieme a Vito Punzi, direttore del Museo pontificio Santa Casa di Loreto; Marco Calafati, autore del regesto del volume, Michela Cascasi ed Emanuele Barletti. Scarica il programma>>

L'architettura del santuario e del palazzo apostolico di Loreto da Paolo II a Paolo III approfondisce lo strettissimo rapporto tra l'architettura del santuario mariano e del palazzo apostolico con i pontefici del Rinascimento che si servirono dei più rinomati artisti dell'epoca per rendere onore alla vergine Lauretana. A partire dalla ricostruzione del santuario a pianta centrale voluto da Paolo II, l'autore ripercorre le complicate vicende della fabbrica di Loreto, evidenziando il legame fra le personalità dei pontefici, le necessità di culto per la crescente affluenza di fedeli intorno alla Santa Casa e le contingenze storiche. Come spiega l'autore nella prefazione: "Gli inizi di questo libro risalgono al 2014, quando fui invitato a Loreto per ricordare il cinquecentesimo anniversario della morte di Bramante, l'architetto del palazzo apostolico e del rivestimento marmoreo della Santa Casa. Allora ero impressionato dalle parti del palazzo apostolico costruite secondo il progetto di Bramante e, prima di tutto, dall'ordine gigante sintetico dell'esterno. Tentai di ricostruire l'enorme palazzo voluto da Giulio II ed il cortile, grande come un foro antico, che doveva sfociare in un'esedra: un castello protetto da muri merlati, da un cammino di ronda e da quattro torri angolari. Capii che Sangallo nel 1526 aveva cambiato sostanzialmente il progetto e vidi presto che non potevo comprendere il palazzo senza conoscere meglio l'adiacente basilica, la cui architettura era stata ancora poco studiata". 
 

Christoph Luitpold Frommel è nato il 25 settembre 1933 a Heidelberg. Studi e promozione con tesi sulla Farnesina di Peruzzi all'università di Monaco. 1959-67 borsista e assistente alla Bi- bliotheca Hertziana. 1968 libera docenza e abilitazione a Bonn con tesi "Römischer Palastbau der Hochrenaissance". 1968-80 docente e professore a Bonn. 1971 e 1978 visiting professor all'Institute for Advanced Study di Princeton. 1972 visiting professor all'Università della California a Berkeley. 1989-2001 direttore della Bibliotheca Hertziana (Istituto Max Planck). 2002-05 professore "di chiara fama" all'Università "La Sapienza" di Roma. Laurea honoris causa dell'Università Napoli II, Gran Ufficiale della Repubblica Italiana, premio Borghese, Accademico dei Lincei, dell'Accademia Britannica e dell'Accademia di San Luca e di varie altre accademie. Nel 2011 premio Cultore di Roma.