Open this side, installazione nel loggiato del Museo Novecento

on Wednesday, 22 May 2019 10:21

IMG-20190513-WA0011

Una grande cassa in legno per il trasporto di opere d'arte è ciò che sembra, ma in realtà è il perimetro esterno dell'area di cantiere per la costruzione della caffetteria del Museo Novecento, reinterpretato in chiave site specific da un gruppo di studenti del biennio di pittura.

Open this side è l'ultima arrivata del Progetto Cantieri, a cura della prof.ssa Raffaella Nappo, in collaborazione con la Direzione Servizi Tecnici Belle Arti e Fabbrica di Palazzo Vecchio. L'installazione è stata completata nei giorni scorsi e rimarrà nel loggiato del Museo Novecento fino al termine dei lavori, previsto per fine giugno.

Gli studenti hanno trasformato la pannellatura lignea che delimita il cantiere in una cassa da trasporto, un oggetto di servizio, comune e riconoscibile che staziona temporaneamente all'esterno dell'area museale. Posta in una zona di confine tra il "dentro" e il "fuori", l'installazione suggerisce una riflessione sulla necessità di connettere arte, ricerca e spazio urbano. Il risultato è una cassa alta tre e lunga quindici metri, recante, oltre alle tipiche icone e scritte che rimandano al lessico del trasporto di oggetti delicati, le coordinate GPS dell'Accademia di Belle Arti e del Museo Novecento. L'opera assume così il duplice significato di dono e ponte tra le due istituzioni, unite dalla stessa vocazione alla trasmissione della cultura e alla ricerca artistica.

Hanno partecipato gli studenti: Elisa De Luca, Mohammad Fallah, Chiara Gasbarro, Mariachiara Giannese, Li Jie, Martina Landi, Xiaojun Lin, Yijun Liu, Cong Min, Qin Nan, Yi Ping, Irene Rovani, Zheng Tingyun, Xia Wangh, He Xin, Chuantao Xu, Liu Xuan, Zhang Zijian, Junming Zuo.

Il Progetto Cantieri ha l'obiettivo di proporre nuovi spazi di fruizione dell'arte, trasformando le aree perimetrali dei cantieri in gallerie d'arte en plein air. Attraverso interventi di arte contemporanea, progettati e realizzati dagli studenti, si stabilisce un dialogo con la città, rigenerando artisticamente posti spesso percepiti come luoghi di intralcio e disagio. Con il Progetto Cantieri sono stati progettati e realizzati interventi artistici in via della Scala, nel cortile della Dogana e nell'area degli scavi archeologici sotto Palazzo Vecchio, e all'esterno della Chiesa di San Giovannino dei Padri Scolopi in via Martelli. 

In foto: Open this side - Acrilico su legno - cm 1570 x 320 x 375