[eng]

Prof. Pozzi Gianni

Crediti formativi (ECTS Credits): 6 

Livello (Level): Biennio (Master)

Corso di riferimento (Departments): Progettazione e Cura degli Allestimenti Artistici, Arti Visive e Nuovi Linguaggi Espressivi, Progettazione Plastica per la Scenografia Teatrale (Curatorial Studies, Visual Arts and Avant Garde Expression, Set Design for Theatre)

Anno Accademico (Academic Year): A.A. 2013-2014 

Tipologia disciplina (Course Type): Teorica (Theoretical)

 

OBIETTIVI FORMATIVI (COURSE OBJECTIVES):

Il corso approfondisce di volta in volta, mettendo a confronto esperienze e punti di vista diversi, alcune delle questioni più urgenti dell’attuale sistema dell’arte in modo da porre lo specializzando non solo di fronte a problemi operativi ma anche a anche a precisi problemi metodologici. E’ auspicabile che chi si iscrive al corso ne abbia già frequentato la parte propedeutica nel Triennio, sono tuttavia previste alcune lezioni introduttive di carattere generale.

CONTENUTI E TEMATICHE (SUBJECT MATTER):

A partire da un saggio di Anna Maria Mura, Il pubblico e la fruizione, e da una ricognizione tra alcune delle principali rassegne internazionali, dalla Biennale dell’Avana alle varie Documenta, il corso indagherà il ruolo dello spettatore nell’odierno sistema dell’arte. Un ruolo che, dai Salon parigini si è sempre più imposto fino a diventare non solo l’indice del successo o meno di una iniziativa ma anche, troppo spesso, misura di qualità. Ma chi è, e soprattutto come si costituisce un pubblico dell’arte? E ancora: pubblico dell’arte è solo che ne frequenta le manifestazioni o – come sosteneva Mukarovsky nel 1936 - “l’arte colpisce anche coloro che non sono in diretto contatto con essa”?

TIPOLOGIA DELLA DIDATTICA (CLASS FORMAT):

Lezioni teoriche (Theoretical Lessons)

MODALITA' DELLA DIDATTICA/ORGANIZZAZIONE DEL CORSO (TEACHING METHODS / COURSE ORGANIZATION):

Lezioni teoriche con proiezioni di immagini e filmati; incontri con curatori, collezionisti e galleristi, visite a musei e centri per l’arte contemporanea

MODALITA' DI ACCERTAMENTO FINALE (FINAL EVALUATION):

Esame finale consistente in un colloquio sugli argomenti trattati e sulla bibliografia in programma.

BIBLIOGRAFIA (BIBLIOGRAPHY):

A.M. Mura, Il pubblico e la fruizione, in G. Previtali ( a cura di ), Storia dell’arte italiana, Torino, Einaudi, 1979
R. Pinto, Nuove geografie artistiche. Le mostre al tempo della globalizzazione, Milano, Postmedia, 2012
P. Nicolin, Qui Mostra a voi Spazio. L’impatto delle esposizioni nella definizione di idea di ambiente …. , in E. De Cecco ( a cura di ), Arte-mondo, Milano, Postmedia, 2010
Per un primo orientamento possono invece essere utili:
F. Poli, Il sistema dell’arte contemporanea, Bari, Laterza, 1999
A. Vettese, Ma questo è un quadro? Il valore nell’arte contemporanea, Roma, Carocci, 2005

STUDENTI INTERNAZIONALI (INTERNATIONAL STUDENTS): 

This course will carefully examine and compare different points of view regarding some of the most compelling questions of the present art system in order to place students in front of not only problems regarding work but also in front of precise problems of a methodological nature. The course will examine the role of the viewer in the current art system through a discussion of Anna Maria Mura’s essay Il pubblico e la fruizione and an exploration of the principal international exhibitions such as the Havana Biennial to the various ‘Documenta’. From the first Paris Salons up until present times the role of the viewer has become more and more imposed as not only an indicator of success but also as a measure of quality. But who belongs to the art spectator group, or better yet what is the make up of this group? And also – is this group only a body of people that frequents exhibitions or is it that, as Mukarovsky sustained in 1936, “art affects even those who are not in direct contact with it”?