Grafica   

[eng]

Prof. D'Alonzo Gianfranco

Crediti formativi (ECTS Credits): 8 
Annuale

Livello (Level): Triennio (Bachelor)

Corso di riferimento (Departments): Decorazione, Grafica, Pittura, Scenografia, Scultura (Decorative Arts, Printmaking and the Graphic Arts , Painting, Set Design, Sculpture)

Anno Accademico (Academic Year): A.A. 2014-2015

Tipologia disciplina (Course Type): Laboratoriale (Laboratory)

 

OBIETTIVI FORMATIVI (COURSE OBJECTIVES):
L’esercizio del laboratorio - il suo riprodursi differente - è in grado di creare un “ambiente” in cui la realtà e l’etica trovano coabitazione e rappresentazione, e la frequentazione del linguaggio artistico diventa un’esperienza analoga a qualsiasi altra attività umana. La disciplina può orientarsi verso territori “estranei”, contaminarsi con le diversità, riconoscere la sua stessa diversità e tipicità, sollecitare irritualità altrimenti taciute, motivare la ”riflessione profonda”, trovare vigore creativo sottraendosi alla serialità inerte.

CONTENUTI E TEMATICHE (SUBJECT MATTER):
La massa è una matrice dalla quale attualmente esce rinato ogni comportamento abituale nei confronti delle opere d'arte. Walter Benjamin, L'opera d'arte nell'epoca della sua riproducibilità tecnica.

Continua la ricerca intorno alla matrice – cardine dell’esperienza calcografica - , al suo potenziale linguistico e alla sua condizione di madre e di residuo. Un’indagine sull’identità fluida della Grafica d’Arte basata sullo studio del manuale di riferimento (obbligatorio): Gianfranco D'Alonzo, LOP Rete Mostra Libro - Quando l'arte ripensa le piattaforme della comunicazione.a cura di Franco Speroni: “un modo di essere dell’arte contemporanea quando questa si fa dispositivo per creare relazione tra vari territori che siamo soliti abitare. (http://www.gianfrancodalonzo.net/lop-rete-mostra-libro/)

 

TIPOLOGIA DELLA DIDATTICA (CLASS FORMAT):
Lezioni teoriche, Progetti laboratoriali/Stage (Theoretical Lessons, Workshop)

MODALITA' DELLA DIDATTICA/ORGANIZZAZIONE DEL CORSO (TEACHING METHODS / COURSE ORGANIZATION):
Il laboratorio prevede incontri a carattere seminariale, di letture e confronto sul manuale di riferimento proposto, secondo un calendario differenziato di attività di produzione e di approfondimento teorico, e un costante rapporto fra il lavoro di ricerca all'esterno e la verifica audio-visiva del materiale emerso.
Saranno fondamentali gli incontri preparatori del primo semestre nei quali si analizzano i percorsi personali di ciascuno studente.

Si terranno inoltre seminari nell'ambito del corso di Storia e Metodologia della Critica d'Arte del prof Franco Speroni, le cui lezioni si baseranno sullo stesso manuale di riferimento obbligatorio: http://www.accademia.firenze.it/it/percorsi-formativi/tutte-le-discipline-biennio/294-biennio-2014-2015/storia-e-metodologia-della-critica-d-arte-speroni-1415 

MODALITA' DI ACCERTAMENTO FINALE (FINAL EVALUATION):
Il lavoro realizzato, personale o di gruppo in ogni caso concordato con il docente all'inizio del corso, sarà tema di discussione esaminandone i processi e le premesse esposte.

Manuale di riferimento obbligatorio (Reference manuale required)
Gianfranco D'Alonzo, LOP Rete Mostra Libro - Quando l'arte ripensa le piattaforme della comunicazione, a cura di Franco Speroni, Gangemi Editore, 2014.

In Rete
www.gianfrancodalonzo.net
http://www.edueda.net/index.php?title=Land_of_Prayer 

BIBLIOGRAFIA (BIBLIOGRAPHY):
• Walter Benjamin, L’opera d’arte nell’epoca della sua riproducibilità tecnica - Con un saggio di Massimo Cacciari, Einaudi 2011
• Georges Didi - Huberman, Storia dell’arte e anacronismo delle immagini, Bollati Boringhieri, 2007
• George Didi-Huberman, L’immagine aperta, Bruno Mondadori, 2008

STUDENTI INTERNAZIONALI (INTERNATIONAL STUDENTS):

The mass is a matrix from which currently comes reborn every habitual behavior in relation to works of art. Walter Benjamin, The Work of Art in the Age of Mechanical Reproduction.

The atelier is a place where real life and ethic should live together so that the artistic language becomes an experience similar to whatever human activity.

Continues laboratory research around the matrix - chalcographic cornerstone experience - its potential and its linguistic condition of mother and residue. An investigation on the fluid identity of the Graphic Art based on the study of the reference manual (required): Gianfranco D'Alonzo, LOP Network Show Book - When art reconsiders the platforms of communication, curated by Franco Speroni: a way of being art when you do this contemporary device to create relationship between several areas we are used live. (http://www.gianfrancodalonzo.net/lop-rete-mostra-libro)

The workshop involves meetings, as a seminar, readings and discussions on the proposed reference manual, with a different timing for work production and theoretical study, and a constant connection between external research and audio-visual verification of the works emerged.
Will be crucial attending to preparatory meetings for the first half in which we analyze the personal paths of each student.

It is strongly recommended to participate in the presentation of the course at the opening of the academic year.
The exam consists in a public discussion of the work made by the student.

Link utili

o http://www.gianfrancodalonzo.net/learning20122014-accademia-di-belle-arti-firenze 
o http://www.accademia.firenze.it/it/percorsi-formativi/tutte-le-discipline-triennio/295-triennio-2014-2015/tecniche-calcografiche-sperimentali-d-alonzo-1415 
o http://www.accademia.firenze.it/it/percorsi-formativi/docenti/34-docenti-1/d-alonzo-gianfranco