Storia delle Arti Applicate             

[eng]

Prof. Bellesi Sandro

Crediti formativi (ECTS Credits): 6  

Livello (Level): Triennio (Bachelor)

Corso di riferimento (Departments): Decorazione (Decorative Arts)

Anno Accademico (Academic Year): A.A. 2014-2015 

Tipologia disciplina (Course Type): Teorica (Theoretical) 

OBIETTIVI FORMATIVI (COURSE OBJECTIVES):
Il corso analizza le arti applicate, o decorative, a Firenze dal Cinquecento all’inizio dell’Ottocento. Insieme alle lezioni sono previste visite di studio ai musei dell’Opificio delle Pietre Dure, alla Cappella dei Principi, al Museo degli Argenti a Firenze e al Museo delle Porcellane di Doccia a Sesto Fiorentino.

 

CONTENUTI E TEMATICHE (SUBJECT MATTER):
Il corso è dedicato all’analisi delle arti applicate, o arti decorative, a Firenze dal secondo quarto del Cinquecento fino alla metà dell’Ottocento. Connesse strettamente alle scelte artistiche legate alle casate granducali Medici e Lorena, le arti applicate in Toscana si distinsero in questo tempo per l’alta qualità legata alla produzione di opere e manufatti pregiati di vario tipo, tra i quali si distinsero, soprattutto, vasi e commessi di pietre dure, oggetti d’arredo in cristallo di rocca, mobili in legni pregiati, oggetti in oro e argento, gioielli, medaglie, cammei, avori, arazzi e, ancora, stucchi ornamentali e porcellane. Proprio in relazione alle porcellane è da ricordare la fondazione nel 1737 della celebre Manifattura di Doccia, istituita per volontà del marchese Carlo Ginori a Sesto Fiorentino, poi nota come Richard Ginori.

TIPOLOGIA DELLA DIDATTICA (CLASS FORMAT):
Lezioni teoriche (Theoretical Lessons)

MODALITA' DELLA DIDATTICA/ORGANIZZAZIONE DEL CORSO (TEACHING METHODS / COURSE ORGANIZATION):
Il corso, che si svolgerà nel I semestre, prevede 4 ore di lezioni settimanali.

MODALITA' DI ACCERTAMENTO FINALE (FINAL EVALUATION):
Esame orale

BIBLIOGRAFIA (BIBLIOGRAPHY):
A. Giusti, Origine e sviluppi della manifattura granducale, in Splendori di Pietre Dure. L’Arte di Corte nella Firenze dei Granduchi, catalogo della mostra a cura di A. Giusti, Firenze, 1988, pp. 10-23

M. Mosco, Francesco I e il Casino di San Marco: cristalli e pietre dure, in M. Mosco – O. Casazza, Il Museo degli Argenti. Collezioni e collezionisti, Firenze, 2004,  pp. 65-81
 
O. Casazza, Ferdinando I e il commesso fiorentino, in M. Mosco – O. Casazza, Il Museo degli Argenti. Collezioni e collezionisti, Firenze, 2004,  pp. pp. 83-95
 
M. Mosco, Il cardinal Leopoldo e gli avori, in M. Mosco – O. Casazza, Il Museo degli Argenti. Collezioni e collezionisti, Firenze, 2004,  pp. pp. pp. 137-151
 
D. Heikamp, L’arte vetraria medicea del Cinque e Seicento in “Gazzetta antiquaria”, 1989, n. 7, pp. 49-55
 
M. Mosco, Cosimo III e il Gran Principe Ferdinando: dal sacro al profano, in M. Mosco – O. Casazza, Il Museo degli Argenti. Collezioni e collezionisti, Firenze, 2004,  pp. pp. 153-167
 
L. Meoni, L’Arazzeria Medicea, in Storia delle arti in Toscana. Il Seicento, a cura di M. Gregori, Firenze, 2001, pp. 107-116
 
S. Bellesi, Stefano della Bella. Otto dipinti su pietra paesina, Firenze, 1998, pp. 7-40
 
S. Bellesi, Il primo tempo fiorentino dello stuccatore Giovan Martino Portogalli, in “Paragone”, 1993, n. 515-517, pp. 41-64
 
S. Bellesi – M. Visonà, Giovacchino Fortini. Scultura Architettura Decorazione e committenza a Firenze al tempo degli ultimi Medici, Firenze, 2008, pp. varie
 
S. Bellesi, Andrea Scacciati. Pittore di fiori, frutta e animali a Firenze in età tardo barocca, Firenze, 2012, pp. varie
 
S. Bellesi, La scultura tardo-barocca fiorentina e i modelli per la manifattura di Doccia: precisazioni e nuove considerazioni, in Le Statue del Marchese Ginori. Sculture in porcellana bianca di Doccia, catalogo della mostra a cura di J. Winter, Firenze, 2003, pp. 9-18  
 
J. Winter, Le statue del marchese Ginori, in Le Statue del Marchese Ginori. Sculture in porcellana bianca di Doccia, catalogo della mostra a cura di J. Winter, Firenze, 2003, pp. 19-27
 
L. Ginori Lisci, La porcellana di Doccia, Firenze, 1963, pp. 5-128 

STUDENTI INTERNAZIONALI (INTERNATIONAL STUDENTS): 
Il corso, che si svolgerà nel I semestre con 4 ore di lezioni settimanali, analizza le arti applicate, o decorative, a Firenze dal primo Cinquecento all’inizio dell’Ottocento, tempo coincidente, storicamente, con l’età granducale medicea e poi lorenese. The course, which is offered in the 1st semester with a total of 4 hours of lessons per week, will analyze the applied/decorative arts in Florence from the early 16th century to the beginning of the 19th century – a time period that historically coincides with the Granducale Medicea and Lorenese epoques.