Disegno            

Prof. Di Tommaso Antonio

Crediti formativi: 8 

Orario delle lezioni:  

Livello: Triennio 

Corso di riferimento: Scultura 

Anno Accademico: 2011-2012 

Tipologia disciplina: Laboratoriale 

 

OBIETTIVI FORMATIVI:

Premessa

La nascita del disegno come forma artistica emerge già nei commentari di Lorenzo Ghiberti, in cui il disegno viene riconosciuto come fondamento pratico e base teorica di tutte le arti.
Passando a tempi più recenti, il disegno, per Marino Marini “... non è la forma, ma la maniera di vedere la forma” e non a caso il modo di disegnare è mutato nel corso degli anni. Al disegno si riconosce la facoltà di fissare direttamente il frutto dell'osservazione e la particolare predisposizione per schizzi rapidi e studi compositivi. In molti casi il disegno costituisce la prima idea di un'opera dettata dagli impulsi di un'ispirazione.
Il disegno come struttura primaria dell'espressività, della forma e dello spazio, si pone come protagonista del fare artistico moderno e contemporaneo e, in tal senso, il corso che stiamo per iniziare vuole essere strumento di approfondimento e di indagine che ha come obiettivo la ricerca e la promozione di un linguaggio personale.
In particolare il disegno del nudo dal vero ha valore formativo se riesce a stimolare la partecipazione degli allievi, partecipazione che va oltre l'ambito ristretto della pratica operativa, intesa come fatto imitativo e passivo. A tale riguardo sarà considerato fondamentale lo studio e la ricerca in questa disciplina, in modo tale da promuovere un vero arricchimento culturale e costituire un valido supporto ad un esercizio che presuppone una continua e consapevole verifica dei processi attraverso i quali si realizza l'immagine.
L'approccio all'oggetto rimane parte integrante di una operazione di accertamento e di controllo delle capacità percettive ed espressive degli allievi. Durante il corso cercheremo quindi di sviluppare, a vari livelli e per competenze ed attitudini personali, una reale capacità di lettura critica ed operativa in ogni singolo allievo, mirando allo promozione e allo sviluppo delle molteplici espressioni che il disegno può assumere attraverso il 'filtro' delle innumerevoli percezioni individuali.
 

CONTENUTI E TEMATICHE:

Materiali e Metodi

Per il raggiungimento degli obiettivi sopra detti lavoreremo come segue:

Controllo dell'impaginazione del disegno dentro lo spazio in cui dovrà essere inserito;
Tecnica del chiaroscuro in modo da dare più risalto alla plasticità della forma;
Espressività e fluidità nel segno.

Mezzi impiegati

Matite, carboncino, china, inchiostri, pastelli, acquerelli, punta d'argento, tempere e altre tecniche similari.
Elemento integrante del corso sarà l'osservazione dei disegni contenuti in varie monografie di artisti a partire dal Rinascimento fra cui Michelangelo, Raffaello, Durer ed altri Maestri fino ad arrivare ai giorni nostri con Picasso, Morandi, Greco, Vedova ed altri artisti contemporanei.
 

TIPOLOGIA DELLA DIDATTICA:


 

MODALITA' DELLA DIDATTICA/ORGANIZZAZIONE DEL CORSO:


 

MODALITA' DI ACCERTAMENTO FINALE:


 

BIBLIOGRAFIA: