Pedagogia e didattica dell'arte            

Prof. Tonti Stefano

Crediti formativi: 6 

Orario delle lezioni:  

Livello: Triennio 

Corso di riferimento: Pittura, Grafica, Scultura, Decorazione 

Anno Accademico: A.A 2012-2013 

Tipologia disciplina: teorica 

 

OBIETTIVI FORMATIVI:

Il Corso si propone di contribuire alla formazione dello studente dell’Accademia di Belle Arti per una specializzazione didattico - operativa sia nell’insegnamento artistico a carattere teorico – pratico che in ambito espositivo e museale.

CONTENUTI E TEMATICHE:

1 - Cenni di storia del pensiero educativo (storia della pedagogia) con particolare riguardo all'età moderna in relazione alla storia dell'insegnamento della pratica dell'arte.
2 - Il percorso dell'espressione grafica infantile: dallo scarabocchio alla verifica ed al superamento dello stereotipo. Considerazione della metodologia dell'insegnamento artistico in ordine ad una ricerca nel campo della percezione visiva propedeutica alla pratica artistica ed al problema della fruizione e lettura dell'opera d'arte.
3 - Approfondimenti: Riflessioni rispetto ad un approccio metodologico in ambito storiografico che sia introduttivo alla fruizione dell’opera d’arte per il superamento di un’interpretazione univoca ed oggettiva dell’opera nella considerazione dei vari criteri interpretativi di classificazione dell’arte. Inquadramento e valorizzazione contestuale del modello critico formalistico nell’ambito di una proposta di fruizione estetica dell’opera per un percorso didattico - metodologico volto all’acquisizione di una consapevolezza operativa per la lettura dell’opera d’arte.

Esperienze
In questo contesto all’interno del Corso verrà programmata un’esperienza di didattica museale presso il Dipartimento di didattica del Centro per l'Arte Contemporanea "Luigi Pecci" di Prato, anche sotto forma laboratoriale condotta in loco. L’esperienza sarà certificata dal Museo in qualità di stage valido come credito nei casi previsti dalla normativa vigente.

Seminario e Workshop
Conoscenza delle diverse impostazioni critico - metodologica per la lettura di un’opera d’arte. Sarà sviluppata una ricerca storiografica su un’opera d’arte scelta dallo studente, partendo da un’analisi comparata che tenga conto delle varie metodologie storiografiche. Sarà poi elaborata una proposta di analisi operativa dell’opera considerata secondo le caratteristiche del modello critico formalistico secondo una fruizione dell’opera che consideri la formazione di una sensibilità estetica che conduca al potenziamento delle attitudini percettive per il superamento della mera denotatività e per l’acquisizione di una lettura indirizzata alla verifica delle componenti costitutive dell'opera d’arte.

TIPOLOGIA DELLA DIDATTICA:

MODALITA' DELLA DIDATTICA/ORGANIZZAZIONE DEL CORSO:

Tutti gli studenti sono tenuti a frequentare almeno i due terzi delle lezioni per l'acquisizione dei crediti previsti dal Corso che si svolgerà nel secondo semestre.
Nel corso dell'anno sarà cura del docente elaborare schede e/o materiale documentativo da mettere a disposizione degli studenti.  

MODALITA' DI ACCERTAMENTO FINALE:

MODALITA' D'ESAME E RICHIESTA TESI
Esami. Verifica, in base ad un colloquio, dei testi obbligatori del programma del Corso. La frequenza al Corso è regolata dalle normative vigenti.
Tesi. Le richieste di tesi devono essere sottoposte al docente almeno un anno prima dell'esame di diploma dopo aver sostenuto l’esame di Pedagogia. Lo studente dovrà osservare un percorso di ricerca, elaborazione e stesura della tesi da sottoporre di volta in volta alla verifica del docente.
Tesi concordate ma non regolate da questo percorso non saranno discusse.

BIBLIOGRAFIA:

Sono elencati in allegato i testi obbligatori per sostenere gli esami.

Tutti i Corsi di Diploma. Testi obbligatori per l'esame


A. Estratti

(Gli estratti sono comprensivi di materiale consultativo non obbligatorio per l’esame e sono reperibili presso la Copisteria San Marco).
1. Bruno Mondin, Introduzione alla filosofia, Ed. Massimo, Milano, 1986, da p. 132 a p. 143.
2. Voce Didattica da pag. 307 a p. 318, Ed. Istituto per la Collaborazione Culturale Venezia – Roma.
3. Rachele Lanfranchi, Storia dell’educazione e del pensiero pedagogico, Ed. SEI, Torino.
4. Argan / Fagiolo, Guida alla storia dell’arte, Sansoni, Firenze, 1974, da p. 5 a p. 41.

A seconda delle esigenze dello studente al punto 4. si può sostituire l’estratto dal testo di Argan / Fagiolo con uno dei seguenti testi: Corrado Maltese, Guida allo studio della storia dell’arte, Ed. Mursia, Milano, 1984; Elena del Drago, Il Castello di Rivoli, arte, educazione, convivenza, Luca Sossella Editore, 2002; Fiorenza Mariotti, La musa stupita, Mondadori Electa, Milano, 2008; Lucia Cataldo e Marta Paraventi, Il museo oggi, Ed. Hoepli, Milano, 2007.


B. Testi

1. Anna Oliveiro Ferraris, Il significato del disegno infantile, Ed. Bollati Boringhieri, o altro testo equivalente sul disegno infantile da concordare con il docente.
2. Pino Parini, I percorsi dello sguardo, Ed. Artemisia, 2001 (sconto del 30%). (1)
3. Stefano Tonti, Riflessi nell'arte, Ed. Artemisia, 2004 (da p.13 a p.18); L'opera al nero, Ed. Artemisia, 2005 (da p.20 a p.23); Arcipelaghi, Ed. Artemisia, 2006 (da p.11 a p.18); Premio Artemisia dal 2006 al 2010, Ed. Artemisia. I volumi sono disponibili per un totale di € 25,00. (sconto 90%). (1)


Testi da consultare o consigliati, ma non obbligatori per l'esame
- Parini/Calvesi, Il linguaggio visivo, La Nuova Italia, Firenze, 1980; oppure un manuale di Educazione Artistica per la Scuola Media.
- M. Teresa Fiorillo, Laboratorio immagine e arte, 2 voll., Ed. Erickson. € 25,00 (sconto 50%).
- Cecilia De Carli (a cura di), Education through art. I musei di arte contemporanea e i servizi educativi tra storia e progetto, Ed. Mazzotta, Milano, 2003.
- Daniele Jalla, Il museo contemporaneo, introduzione al nuovo sistema museale italiano, Ed, UTET Libreria, Torino, 2000.
- Enrico Crispolti, Come studiare l’arte contemporanea, Ed. Donzelli, Roma, 1997.
M. Teresa Fiorillo (a cura di) Educare all’arte contemporanea, L’esperienza del Mart, Ed. Skira, Milano, 2001.

(1) I testi possono essere richiesti alle Edizioni Artemisia con lo sconto previsto. Per agevolare la richiesta s’invitano gli studenti a presentare un elenco con i propri nomi presso il docente che provvederà al ricevimento dei testi dall’Editore.