Scultura I, II e III            

Prof. Porfidia Alessandra

Crediti formativi: 12 

Orario delle lezioni:  

Livello: Triennio 

Corso di riferimento: Scultura 

Anno Accademico: A.A. 2012-2013

Tipologia disciplina: Laboratoriale 

 

OBIETTIVI FORMATIVI:

Scultura- Contaminazioni ed intersezioni nel linguaggio.
 
Cos’è scultura, oggi? Attraverso quali specificità – di ambito, di linguaggio, di forme – è possibile connotarla? Ha una propria identità che la rende riconoscibile e distinguibile dagli altri linguaggi in cui si declina l’arte? 
Il corso esplorerà alcune risposte a queste domande, partendo dalle esperienze più classiche - nella prima fase di studio - per indagare successivamente possibili linguaggi e metodologie che nel corso del tempo hanno trovato espressione nell’opera degli artisti contemporanei più significativi. 
Una delle motivazioni fondamentali della scultura contemporanea prende concretezza dal confronto consapevole con la materia, ricercando  in essa la sensibilità poetica primaria; al contempo, l’uso di nuove metodologie e di nuove tecniche favorisce uno sguardo aperto verso  una dimensione non più limitata ma estensiva della scultura. Resta tuttavia determinante il rapporto dialettico e di sinergia con la Forma e lo Spazio. Per quanto oggi le opere si presentino come installazioni, ambienti, site specific, land art, video sculture, oppure nel solco concettuale post –duchampiano- come proposte mentali di smaterializzazione della forma, la scultura oggi si configura come libera proposta relazionale, autonoma. Ezra Pound sottolineava nel 1914 in Blast lo sganciamento dell’immagine artistica dall’obbligo dell’imitazione analogica, mimica, dalla somiglianza, dalla similitudine della realtà apparente, a favore dell’espressione della massima energia e di un’arte “intensiva”. Questo concetto di ricerca intensiva e personale è alla base del corso triennale articolato in moduli metodologici di diverso livello mirato ad individuare e sostenere le capacità espressive individuali.

CONTENUTI E TEMATICHE:

MAPPA CONCETTUALE
L'Artista
deve rispondere alle domandi personali come:
-Cosa fare?
Come fare?
-Cosa mi interessa?
studio dell'atto, gestuale, attivo.
studio della "coscienza"
-sapienza
-convinzione
intuizione
idea
-certezza
-motivazione
-consapevolezza
sensibilità
senso
energia
materia
spazio
luogo
habitat
relazione
percezione
tecnologia
tattilità
 
PROGETTO 2011/2012: “IMMAGINAZIONE SOSTENIBILE”
Seminari- incontri- proiezioni video
 
La sensibilità e la materia
Anestesia del sentire
Intuizione- Immaginazione
I parchi della scultura- Natura/Architettura/Scultura
Arte e mercato
Il dono
workshop:Sight/Site
workshop:L'Haiku e il vuoto in scultura
viaggio didattico a Bilbao: 9/13 novembre 2011:partecipazione al Forum internazionale”Sculpture Today, A Space for Inquiry- Experience Re-codified”
Auditorium Museo Guggenheim Bilbao
visita alla mostra Brancusi -Serra, Museo Guggenheim, Bilbao
visita al Museo Chillida- Leku
visita alla fonderia spagnola Alfa Arte
Incontri con artisti di livello internazionale.

TIPOLOGIA DELLA DIDATTICA:

Lezioni teoriche, Applicazioni pratiche
 

MODALITA' DELLA DIDATTICA/ORGANIZZAZIONE DEL CORSO:

Per entrare nel cuore della poetica, si terranno lezioni di approfondimento che focalizzeranno l’attenzione degli allievi sui seguenti argomenti:il concetto di percezioneconcetto di relazionela poetica della materia: dalla tattilità all’esperienza della materia elettronicala tecnica e il modo:dall'apprendimento delle tecniche di modellazione alla sperimentazione dei nuovi materiali e studio delle diverse modalità di applicazionela stabilità e il  moto:sculture classiche o sperimentalilo spazio e l’ambiente;progetti di arte-natura o elaborazioni ambientaliinterno ed esterno: il concetto di scalaforma e tempoColloqui individuali costanti con il docente e verifica progressiva del lavoro plastico o progettuale. Creazione di un book di ricerca.La scoperta dell’orizzonte poetico in cui muoversi può partire dal confronto con alcune tra le diverse poetiche già sedimentate della scultura. Una buona dimestichezza visiva con l’opera degli scultori di tutti i tempi è quindi funzionale al lavoro sperimentale.Gli allievi del primo anno dovranno iniziare dall’esperienza formativa del disegno dal vero per passare alla fase di contatto con la materia, attraverso l’esperienza diretta del modellato,intendendo  questo lavoro come formativo e propedeutico. Superata l’esperienza formativa di base, gli allievi saranno coinvolti in progetti  finalizzati, individuali o di gruppo: mostre, concorsi e simposi teorici a tema, programmati nel corso dell’anno accademico.
 

MODALITA' DI ACCERTAMENTO FINALE:

Gli studenti dovranno presentare tre lavori di scultura e/o progetti, un dossier illustrativo del percorso di ricerca . Cartella di schizzi e disegni dal vero.
Documentazione relativa ai seminari, incontri, workshop del programma 2011/2012

BIBLIOGRAFIA:

Francesco Poli,Storia della scultura del novecento, Ed. Laterza, Roma 2007
Marco Tonelli, La statua impossibile, Ed.Christian Marinotti, Milano 2008
Rosalind Krauss, Passaggi - Storia della scultura da Rodin alla Land Art, Bruno Mondadori, Milano 1998.
Andrea Balzola,Paolo Rosa, L'Arte fuori di sé, un manifesto per l'età post-tecnologica, Feltrinelli editore, Milano 2011
Yve-Alain Bois, Rosalind Krauss,  L’informe, Bruno Mondadori, Milano 2003.
Rosalind Krauss,  Reinventare il medium. Cinque saggi sull’arte d’oggi, Bruno Mondadori, Milano 2005.
Rosalind Krauss, L’originalità dell’avanguardia e altri miti modernisti, Fazi Editore,Roma 2007
Georges Didi-Huberman, Il gioco delle evidenze, Fazi Editore,Roma 2008
Constantin Brancusi, Aforismi, Abscondita, Milano 2001.
Alberto Giacometti, Il mio lungo cammino, Hestia, 1998
Jean Clair, Il naso di Giacometti, una scultura, un simbolo, Donzelli, Roma 1994.
Renato Barilli,Prima e dopo il 2000-La ricerca artistica 1970/2005, Feltrinelli, Milano2006/09
Arthur C.Danto,La trasfigurazione del banale, una filosofia dell’arte, Ed Laterza,Roma 2008
Simonetta Gargioli, a cura di, Le arti del video, ed.ETS,Pisa 2004
Mario Perniola,  Contro  la comunicazione, Giulio Einaudi, Torino 2004
Mario Perniola, Del sentire,Giulio Einaudi, Torino 1991
Mario Perniola,Miracoli e traumi,Giulio Einaudi, Torino 2009
Jean Baudrillard, Il sistema degli oggetti,Bompiani,Bologna 2007
Rudolf Arnheim, Arte e percezione visiva, Feltrinelli, Milano 2002.
Rudolf Wittkower, La scultura raccontata da Rudolf Wittkower. Dall'antichità al Novecento, Einaudi, Torino 2006.
Stefano Zuffi, Scultura – Dai canoni greci al postmoderno: forme materiali maestri e capolavori attraverso i millenni, Guide Cultura Mondadori, Milano 2001.
Ernesto L. Francalanci,Estetica degli oggetti,Il Mulino,Bologna 2006
FAM Francesca Alfano Milglietti, Manuale delle passioni,Skira,Milano 2007
Angela Vettese,Artisti si diventa,Carocci, Roma 2007
Martina Corgnati, L’opera replicante-La strategia dei simulacri nell’Arte contemporanea, Ed. Compositori, Bologna 2009
Lorenzo Dall’Olio,Arte e Architettura-Nuove corrispondenze,Universale Architettura  periodico mensile Testo & Immagine,Torino 1997
Matteo Zambelli, Morphosis operazioni sul suolo, Universale Architettura  periodico mensile , Marsilio, Venezia 2005 
Lorenza Perrelli, Pubblic Art Arte interazione e progetto urbano, Franco Angeli,Milano 2006
Francesco Poli, Il sistema dell’arte contemporanea,Ed. Laterza, Roma 1999/2007
Donald Thompson, Lo squalo da dodici milioni di dollari,Arnoldo Mondadori,2009
Giuliana Bruno,Atlante delle emozioni, In viaggio tra arte architettura e cinema,Bruno Mondadori 2006
Jean Baudrillard, Il patto di lucidità e l’intelligenza del male, Raffaello Cortina Editore,Milano 2006
Jeanne Hersch, Essere e forma, Bruno Mondadori, Milano 2006.
Kevin Robins,  Oltre l’immagine, cultura e politica della visione, Costa & Nolan, Milano 1999.
Manuale di scultura: Philippe Clérin, Manuale di scultura, tecniche, materiali, realizzazioni, Sovera Multimedia, Roma1995
Camì Santamera,Scultura in pietra, Il Castello editore, Milano 2009