Storia dell'Arte Contemporanea            

Prof. Lombardi Ada

Crediti formativi: 6 

Orario delle lezioni:  

Livello: Triennio 

Corso di riferimento: Grafica 

Anno Accademico: A.A 2012-2013 

Tipologia disciplina: Teorica 

 

OBIETTIVI FORMATIVI:

“Il secondo dopoguerra e gli anni 60 e 70 Oriente e Occidente a confronto”
“Gli anni 80 e 90 e il nuovo millennio"
 
Innovare il metodo storico con un metodo storico-interculturale
 
I metodi di studio della storia dell’arte si basano ancora sull’analisi dello stile in riferimento a forme e modelli e studiandone anche la diffusione e la capacità di influenza e di ibridazione. Il tutto con un canovaccio storico che ne costituisce la struttura portante e che ancora oggi risulta evoluzionistico ed eurocentrista.
Se questo metodo di analisi ha funzionato abbastanza per quanto riguarda l’arte antica, risulta oggi quanto mai restrittivo, soprattutto se utilizzato per analizzare l’arte dall’Ottocento in poi.
L’arte contemporanea registra una comunicazione interculturale mai avuta precedentemente, e le forme e i differenti modelli culturali sono i principali agenti protagonisti di un cambiamento continuo, realizzato in parte dagli eventi storici ma soprattutto dal contatto sempre più riavvicinato della cultura orientale con quella occidentale.
Dunque se manca una metodologia adeguata, consapevole almeno dell’ibridazione culturale in atto responsabile dei cambiamenti formali, è chiaro che la materia storica analizzata risulterà fuorviata e confusa; limite della maggior parte dei manuali e libri di storia dell’arte editi ad oggi.
Il corso si propone un approccio nuovo: lo studio dell’arte contemporanea occidentale e orientale dal secondo dopoguerra in poi, per un’informazione storico-culturale al passo con i tempi.
 
Il secondo dopoguerra e gli anni 60 e 70 verrà illustrato con un’ampia parte che indicherà i collegamenti tra gli eventi storico-politici, la diffusione del pensiero nelle diverse sfaccettature (umanistiche e scientifiche) e il conseguente sviluppo dei differenti linguaggi artistici, connesso con le diverse ibridazioni culturali. Descriverà lo svilupparsi dell’arte contemporanea negli Stati Uniti e nell’Europa con il suo attivo confronto con l’arte contemporanea Giapponese , da qui si procederà verso un approfondimento sull’arte cinese e sulla sua relazione con l’arte russa.
Inoltre si illustrerà l’affiancarsi dell’arte europea a quella statunitense e la stretta relazione con il movimento politico della contestazione (le Neoavanguardie).
La fine del Novecento e l’inizio del Nuovo Millennio questa parte offrirà maggiore attenzione allo sviluppo della tecnologia digitale e all’importanza della comunicazione, analizzandola nei diversi aspetti: scientifici, filosofici, di costume, e ai conseguenti cambiamenti sociali causati proprio da questo importante fattore innovativo. Gli argomenti saranno intersecati ai fenomeni artistici, che, sollecitati dagli stessi, comporranno e illustreranno quel complesso e articolato sistema di diffusione responsabile dell’eclettismo di fine secolo e che va dalla Transavanguardia al Post Human, e all’arte Interattiva e Intermediale degli anni Novanta. Fino a raggiungere una vera e propria esplosione nella massima capacità espressiva attraverso le opere degli artisti Cinesi, Giapponesi, Indiani ed Estremo-Orientali, affiancati dalla vitalità tutta rivolta alla ricerca e alla sperimentazione degli artisti dei Paesi Islamici.

CONTENUTI E TEMATICHE:

TIPOLOGIA DELLA DIDATTICA:

Lezioni teoriche, proiezioni, navigazioni in internet, visite guidate, dispense.

MODALITA' DELLA DIDATTICA/ORGANIZZAZIONE DEL CORSO:

MODALITA' DI ACCERTAMENTO FINALE:

Esame orale finale sulla bibliografia data e sulle dispense date durante le lezioni.

BIBLIOGRAFIA:

T. Detti, G. Gozzini Storia Contemporanea II vol. Il Novecento, Bruno Mondadori editore (facoltativo)

S. P. Huntington Lo scontro delle civiltà Garzanti Elefante (consigliato)

A.B.O. Le tribù dell’arte Skira editore (obbligatorio)

D. Jones, F. Salviati. M. Costantino Arte Contemporanea Cinese (facoltativo)

Ada Lombardi Dispense (obbligatorio)