Scenografia I II            

Prof. Fioravanti Rosanna

Crediti formativi: 10 

Orario delle lezioni:  

Livello: Biennio 

Corso di riferimento: Progettazione Plastica per la Scenografia Teatrale 

Anno Accademico: A.A. 2011-2012 

Tipologia disciplina: Teorico-pratica 

 

OBIETTIVI FORMATIVI:

Il corso di scenografia individua e sviluppa le caratteristiche dello spazio scenico che ogni scenografo deve affrontare nella progettazione e realizzazione della scena “plastica”, così come è indirizzato il particolare piano di studi di questo biennio. La scenografia plastica recupera sui tempi attuali, dove la tecnologia sembra sovrapporsi e sostituire la concezione stessa dello spazio scenico esclusivamente con meccanismi ottici ad effetto, l’aspetto della ricerca formale legata allo studio spaziale, architettonico, scultoreo e pittorico, volto al recupero della “naturalità” dello spettacolo teatrale e ad un più stretto rapporto emotivo – quasi tattile - con il pubblico. La tecnologia naturalmente non deve essere trascurata o eliminata, ma fatta interagire con quelle arti – già citate – che saranno quindi evidenziate nella loro particolarità. Valga, come semplice esempio, l’utilizzo delle molteplici tecniche di illuminazione che si hanno a disposizione per la valorizzazione di una scultura di scena, trattata in superficie con i giusti materiali, collocata nel punto giusto della scena, che cambia “peso” e presenza nel palcoscenico nei diversi tempi dello spettacolo. Vale lo stesso per lo spazio architettonico, fatto non più soltanto da pareti artificiali, ma da elementi solidi “vivi” che emanano sensazioni, tempo, luogo, storia. Questo corso considererà quindi come essenziali attività quali lo studio e l’analisi di temi architettonici, scultorei, pittorici, decorativi, siano essi arcaici, classici, moderni o contemporanei, trasposti nella progettazione dello spazio scenico nella giusta dimensione artistica e professionale. Altre attività, legate sostanzialmente alla realizzazione sul campo del progetto, potranno essere svolte in collaborazione con le altre Scuole di Scenografia per diversi progetti culturali che da tempo sono affidati all’Accademia di BB.AA. di Firenze da Enti pubblici e privati della città.
 

CONTENUTI E TEMATICHE:

Temi e analisi di diversa e particolare natura (testi teatrali e performativi) saranno indicati e presentati durante lo svolgimento delle lezioni contestualmente alla ricettività e capacità realizzativa dgli Studenti.
 

TIPOLOGIA DELLA DIDATTICA:

Lezioni teoriche, Applicazioni pratiche, Progetti laboratoriali/Stage
 

MODALITA' DELLA DIDATTICA/ORGANIZZAZIONE DEL CORSO:

Il percorso didattico è strutturato in varie fasi operative che guidano lo studente lungo tutto il percorso ideativo, progettuale e realizzativo dello spazio scenico Teatrale.
 

MODALITA' DI ACCERTAMENTO FINALE:

Modalità d’esame L’esame verte sui contenuti pratici trattati nelle lezioni e nelle esercitazioni.
 

BIBLIOGRAFIA: