Tecnologie e Materiali applicati alla Scenografia            

Prof. Baldini Simonetta

Crediti formativi: 6 

Orario delle lezioni:  

Livello: Biennio 

Corso di riferimento: Progettazione Plastica per la Scenografia Teatrale 

Anno Accademico: A.A 2012-2013 

Tipologia disciplina: Teorico-pratica 

 

OBIETTIVI FORMATIVI:

Gli obiettivi formativi del corso sono quelli di fornire allo studente conoscenze approfondite sui vari materiali in uso negli allestimenti scenici attraverso un percorso esperienziale di indagine diretta al fine di acquisire le competenze necessarie per lavorare ad una progettazione professionale di base.
In termini di lavoro, lo studente sarà stimolato e condotto ad operare su di una progettualità reale, quale può essere in effetti l' incarico da parte di un committente.
Considerando le motivazioni didattiche del corso, sarà implicito sviluppare il più possibile la capacità di dialogo e confronto tra gli studenti per stimolarne tali qualità sul loro futuro di scenografi.

CONTENUTI E TEMATICHE:

Il docente aderisce al progetto interdisciplinare che vede coinvolti vari corsi afferenti alla Scuola di Scenografia per l’A.A. 2012-2013 e che ha come tema principale “La Città”.
Con particolare riferimento alla Città Rinascimentale, argomento principale del corso è la progettazione di un elemento plastico-scenografico quale “La Serliana”, da inserire in un contesto ambientale urbano o teatrale, finalizzato ad una messa in scena teatrale.
Lo studente, attraverso l'indagine, la scelta, l'uso di svariati materiali e l'individuazione delle varie tecnologie interessate, dovrà elaborare una serie di progettazioni grafiche e plastiche sul tema assegnato e produrre quanto necessario per la rappresentazione e la realizzazione di un intervento plastico-scenografico esteticamente autonomo; l'intervento potrà avere caratteristiche scultoree, architettoniche, decorative ecc. a seconda delle attitudini o motivazioni dello studente stesso. Tutti gli studenti dovranno produrre piante, alzati e sezioni in scala (con particolare attenzione ai sistemi costruttivi e ai materiali previsti per la realizzazione finale), schizzi prospettici per la rappresentazione grafica e un modellino volumetrico dell'opera inserita nel contesto.

TIPOLOGIA DELLA DIDATTICA:

Lezioni teoriche, Progetti laboratoriali/Stage  

MODALITA' DELLA DIDATTICA/ORGANIZZAZIONE DEL CORSO:

Durante lo svolgimento del corso ci saranno lezioni frontali di approfondimento su aspetti del teatro contemporaneo e su alcuni interventi rilevanti operati da artisti e scenografi: saranno analizzate, come momento di ricerca, opere teatrali, cinematografiche e opere di arti plastiche e visive particolarmente significative dal punto di vista dell'uso delle nuove tecnologie e della scelta e trattamento dei materiali. Il docente, come momento di verifica, concorderà durante il corso, revisioni individuali e collettive.  

MODALITA' DI ACCERTAMENTO FINALE:

L'esame finale consiste in una presentazione professionale del proprio progetto dove lo studente espone ampiamente gli argomenti che lo hanno portato a sviluppare l'opera, oltre naturalmente alla presentazione degli elaborati prodotti.

BIBLIOGRAFIA:

(obbligatori)
- P.Buzzichelli, Dalla città dipinta alla città scenografica tridimensionale, E. Alinea 2012
- Dispense del docente specifiche per il corso