Print this page

  Economia e Mercato dell'Arte            

Prof. Pozzi Gianni

Crediti formativi: 4 o 6 a seconda dell’indirizzo 

Orario delle lezioni:  

Livello: Biennio 

Corso di riferimento: Arti Visive e Nuovi Linguaggi Espressivi, Progettazione e Cura degli Allestimenti Artistici, Progettazione Plastica per la Scenografia Teatrale 

Anno Accademico: A.A 2012-2013 

Tipologia disciplina: Teorica 

 

OBIETTIVI FORMATIVI:

Titolo del corso: Arte come relazione

Attraverso la considerazione di alcune situazioni del fare artistico odierno – gallerie e musei ma anche progetti in rete e spazi no-profit – nel corso si cercherà di mettere a fuoco quella idea di arte come relazione che è alla base di importanti studi sociologici. In particolare la traduzione italiana di un saggio di Bourdieu, Ragioni pratiche, potrebbe essere il filo conduttore di una riflessione che muovendosi tra arte, letteratura, istituzioni e economia dei beni simbolici, apra a una prospettiva relazionale e a quel concetto di “campo “ capace di rompere con le consuete opposizioni individuo/società, artiste/sistema dell’arte, interesse/ disinteresse, oggettivo/soggettivo.

CONTENUTI E TEMATICHE:

TIPOLOGIA DELLA DIDATTICA:

Lezioni teoriche, proiezioni, incontri con curatori, collezionisti e galleristi. 

MODALITA' DELLA DIDATTICA/ORGANIZZAZIONE DEL CORSO:

MODALITA' DI ACCERTAMENTO FINALE:

Esame finale consistente in un colloquio sugli argomenti trattati e sulla bibliografia data

BIBLIOGRAFIA:

P. Bourdieu, Ragioni pratiche, Bologna, Il Mulino, 2009

E inoltre alcuni capitoli da:

F. Poli, Il sistema dell’arte contemporanea, Bari, Laterza, 1999
A. Vettese, Ma questo è un quadro? Il valore nell’arte contemporanea, Roma, Carocci, 2005
A. Dal Lago, S. Giordano, Mercanti d’aura. Logiche dell’arte contemporanea, Bologna, Il Mulino, 2006