BIENNIO Arti Visive e Nuovi Linguaggi Espressivi - indirizzo DECORAZIONE

INFORMAZIONI RELATIVE ALL'A.A. 2013-2014
Per info aggiornate all'a.a. 2014/15 leggere il manifesto degli studi al seguente link
http://www.accademia.firenze.it/it/albo/50-albo-studenti/manifesto-degli-studi-a-a-2014-2015 


Finalità e obiettivi formativi specifici del Biennio “Arti Visive e nuovi linguaggi espressivi”

Il Biennio è percorso formativo mirato a far interagire la figura professionale dell’artista con i nuovi linguaggi dell’espressione e comunicazione artistica, con particolare riguardo a quelli multimediali. 
La programmazione didattica è strutturata sulle discipline artistiche accademiche tradizionali che costituiscono il corpo delle arti visive (Pittura, Scultura, Decorazione, Grafica) e che trovano sviluppo nell’approfondimento di specifiche conoscenze dei sistemi dei linguaggi espressivi della contemporaneità. E’ pertanto dal versante delle Arti visive e delle discipline ad esse connesse che viene considerato l’apporto dei nuovi linguaggi, entro un percorso formativo che mira alla compiuta formazione professionale della figura dell’artista, nell’acquisita consapevolezza del carattere multiforme e polivalente di tale figura così come si presenta nell’arte contemporanea, dove lo specifico delle arti e dei generi artistici è costituito prevalentemente da un processo sempre più stringente di contaminazione e di interrelazione. 
Le discipline delle arti visive sono articolate in indirizzi (Pittura – Scultura – Decorazione – Grafica) che costituiscono il nucleo delle Discipline Caratterizzanti da frequentarsi per almeno due annualità; il Laboratorio di Linguaggi Multimediali è Disciplina Caratterizzante obbligatoria per una annualità.
Gli insegnamenti possono essere articolati in semestri; le Discipline Caratterizzanti possono di preferenza estendersi sull’intera annualità.
Per le sue intrinseche connotazioni artistico-culturali ed esperenziali, il Biennio è pensato per interagire con le attività di strutture museali e/o espositive di arte contemporanea presenti sul territorio cittadino e regionale.

Titoli di ammissione richiesti e prove di accesso:

  • Diploma Accademico di I livello dei corsi di Pittura, Scultura, Decorazione, Scenografia, Grafica, Didattica dell’arte (D.M. 21/05/2010, n. 83): La prova di accesso avviene mediante verifica della congruità del percorso formativo e colloquio finalizzato alla valutazione dell’attività artistico-professionale svolta. Il candidato è tenuto a presentarsi al colloquio con documentazione scritta e corredata di immagini del proprio curriculum professionale e artistico.
  • Laurea in Architettura, Laurea in Lettere indirizzo DAMS o PRO.GE.A.S. : In questi casi la prova di accesso prevede, oltre alla verifica della congruità del percorso formativo e al colloquio, specifica esercitazione grafica /scrittografica di carattere artistico predisposta dalla Commissione di valutazione e presentata al candidato al momento del colloquio. Il superamento della prova comporta il raggiungimento di una valutazione minima complessiva di 30/60 e una contemporanea valutazione minima dei titoli artistico-culturali di 20/60.

Per candidati con curricula “altri” LA prova di accesso prevede quanto segue:
Il punteggio complessivo assegnabile è di 60/60, di cui:

  1. 25/60 per la valutazione della media degli esami di profitto sostenuti per il conseguimento del titolo di I livello. La valutazione media degli esami di profitto, rapportata in 110 è così articolata: fino ad una votazione di 100/110=14 punti; per ogni voto superiore a 100, 1 punto. Per la lode di diploma finale 1 punto.
  2. 5/60 per la valutazione dei titoli di studio (si considerano titoli rilasciati da istituzioni accreditate a livello, nazionale ed internazionale) 1 punto per titolo fino ad un max. di 5 punti;
  3. 30/60 per la valutazione dei titoli culturali e dell’attività professionale: mostre personali, mostre collettive, produzioni artistiche, cataloghi personali, cataloghi collettivi, documentazione e recensioni su giornali e riviste specializzati e su stampa locale; documentazione video e digitale; progetti artistici realizzati, cura di eventi, commissioni pubbliche e private promosse da enti pubblici o istituzioni accreditate., fino ad un max. di 30/60. Nel caso di votazione inferiore a 20/60 il candidato non viene ammesso.


Per i candidati con curricula “altri” la valutazione dei 30/60 è così articolata:

  • 15/60 per la valutazione dei titoli culturali e dell’attività professionale: mostre personali, mostre collettive, produzioni artistiche, cataloghi personali, cataloghi collettivi, documentazione e recensioni su giornali e riviste specializzati e su stampa locale; documentazione video e digitale; progetti artistici realizzati, cura di eventi, commissioni pubbliche e private promosse da enti pubblici o istituzioni accreditate;
  • 15/60 per la valutazione dell’esercitazione grafico-scrittografica svolta. 

Nel caso di votazione inferiore a 20/60 il candidato non viene ammesso.

Adempimenti
Per la prova di accesso è previsto

  1. un versamento di 15.13€ su c/c postale n. 1016 - Ufficio Tasse Scolastiche di Pescara;
  2. un versamento di 50€ (ccb 539/01, intestato a: BANCA NAZIONALE DEL LAVORO S.p.A. FILIALE DI FIRENZE, AGENZIA N. 1, VIA DE’ CERRETANI 6/N – 50123 FIRENZE – coordinate bancarie: IBAN IT 17 P010 0502 8010 0000 0200 000 con causale contributo interno per ogni indirizzo biennale cui si chiede l’ammissione.

La Commissione di valutazione è composta dal Direttore o suo delegato e da n. 3 docenti. All’inizio della seduta la Commissione stilerà il calendario delle prove per i giorni successivi.

Tutti i candidati sono tenuti a presentarsi nel giorno di inizio della prova.

Al momento dell’immatricolazione al Biennio gli studenti ammessi dovranno mettersi in regola con il versamento di tasse e contributi per le attività didattiche e laboratoriali come precisato nella circolare del Presidente dell’Accademia prot. n. 4572/36a del 27/6/2008.

Date di svolgimento delle prove di accesso: 

  • 7 ottobre 2013 ore 9.00 (Appello): PROVA DI CONOSCENZA DELLA LINGUA ITALIANA (LIVELLO B2) PER TUTTI GLI STUDENTI STRANIERI CHE NON SIANO IN POSSESSO DI PATENTE LINGUISTICA EUROPEA (il superamento della prova è condizione per l’ammissione al colloquio).
  • 8 – 9 ottobre 2013: Colloqui