Scritture LIBERate - Opere in forma di libro d’artista degli allievi di Andrea Granchi all’Accademia di Belle Arti di Firenze

on Domenica, 12 Febbraio 2012 21:44

Scritture LIBERate

Opere in forma di libro d’artista degli allievi di Andrea Granchi all’Accademia di Belle Arti di Firenze

 

 

L’iniziativa promossa da Teatro delle Arti del Comune di Lastra a Signa con il coordinamento di Claudio Pini, consente di esporre la produzione recentissima di opere il forma di “libro d’artista” degli allievi di Andrea Granchi all’Accademia di Belle Arti di Firenze. Questo indirizzo di ricerca, promosso ormai da anni dal “Laboratorio di Nuovi Linguaggi Espressivi” (o multimediali) del Biennio specialistico tenuto dallo stesso Andrea Granchi - artista che com’è noto conta esperienze in diversi settori operativi, dalla pittura al cinema d’artista, dalla fotografia al libro d’artista appunto fino all’opera mobile e sonora - ha prodotto negli anni interessanti riflessioni in questo campo promuovendo esposizioni e pubblicazioni in collaborazione con Istituzioni pubbliche e partecipando su invito ad importanti rassegne internazionali come la Biennale del Libro d’Artista di Spoleto. 

L’attuale esposizione mette in luce ancora una volta la multiforme e variegata tipologia dei lavori, un’area questa in cui i giovani artisti possono agilmente utilizzare i più svariati materiali spesso legati peraltro alla cultura e al luogo di origine degli stessi autori che provengono da tutte le parti del mondo. Dai tessuti, ai metalli, alle carte, ai materiali plastici, ai procedimenti fotografici, al disegno come traccia o come scrittura, ai materiali organici e inorganici mettendo in moto estremamente diversificate e inconsuete prassi operative che talvolta soprendono per la freschezza e la novità delle soluzioni. Da evidenziare la recentissima e numerosa componente di studenti cinesi che ha portato un contributo significativo soprattutto nel ricorso al disegno e alla scrittura tradizionali della Cina e nell’utilizzo di carte orientali scarsamente note in occidente. 

Una riflessione utile e opportuna dunque questa favorita dal Teatro di Lastra a Signa sull’opera in forma di libro oggetto o d’artista in cui oltre a componenti tecnologiche si riaffaccia anche una raffinata manualità recuperata che sarà opportuno tenere d’occhio negli anni a venire.

 


Opere di:
Marco Acquafredda, Cui Ying, Nilo Australi, Ye Xin, Hou Shun Ping, Qiu Yi, Beatrice Cosimi, Shim Kyori, Li Baichen, Virginia Balestreri, Ma Yue Wei, Chao Yi, Pierluigi Galletti, Federica Gonnelli, Rika Fujimoto, Vanessa Costantini, Xiang Quinggang, Virginia Lopez, Gaetano Terrana, Ni Jian Hai, Lian Cong Li, Beatrice Cosimi, Chao Yi, Adeleh Heidararabi, Shim kyuri, Elisa Puddu, Merita Koskimies, Giovanni Mazzoleni, Alessandra Angileri, Felipe Salsano 

 

PhotoGallery

Letto 3406 volte