Daniele Acciai vince il XII Pna per le Arti visive

Con la sua Urban Medium Daniele Acciai, studente di Arti visive e nuovi linguaggi espressivi dell'Accademia di Belle Arti di Firenze, è tra i vincitori della XII edizione del Premio Nazionale delle Arti, sezione Arti visive digitali e scenografiche.

L'opera presenta la città intesa come medium di comunicazione tra le culture e i popoli, ed è realizzata per essere vista nel suo complesso dall'alto, con l'illuminazione che, assimilandola a una reale veduta aerea notturna di una città, ne esprime il flusso temporale in cui è immersa. Attraverso un sensore Urban medium si anima al passaggio del visitatore, e grazie a tasti posizionati al suo interno, è possibile modificare l'intensità e la qualità di alcune luci favorendo in tal modo il processo di interazione tra l'opera e il fruitore. L'illuminazione presente nella struttura, interamente in LED, e il sensore di movimento rendono l'opera eco-sostenibile.

Giunto alla sua dodicesima edizione, il Premio Nazionale delle Arti è un concorso promosso dal Ministro dell'Università e della Ricerca rivolto agli studenti iscritti alle istituzioni e corsi del sistema AFAM (Isia, Conservatori, Accademie di Belle Arti, Danza e Teatro). Quattro le sezioni di concorso principali: Arti figurative, digitali e scenografiche, Arti dello Spettacolo, Design e Interpretazione musicale. Quest'anno hanno concorso all'assegnazione del premio anche gli studenti Han Bing per la sezione Arti figurative, digitali e scenografiche; Antonio Turrisi, Dania Menafra e Feng Sha per la sezione Design.

Tra gli studenti vincitori delle passate edizioni del Premio Nazionale delle Arti gli studenti: Elisabetta Nencini (edizione 2004), Fatima Messana (edizione 2012-2013); Allan Boccatonda, Francesca Goglione, Kristina Migasova, Leone Mingozzi, Martina Paladini, Ludovico Riviera, Federico Sinatti e Lorenzo Tonda (Premio Claudio Abbado, edizione 2015 del Premio Nazionale delle Arti).

 

Letto 650 volte