Canale Vincenzo

 Prof. Vincenzo Canale             

qualifica: docente di I fascia

corsi:

 

PROFILO BIOGRAFICO

Vincenzo Maurizio Canale. E' nato a Firenze nel 1944. Studia Pittura prima all'Accademia di Brera, poi all'Accademia di Belle Arti di Roma, diplomandosi sotto la guida del maestro Franco Gentilini, di cui diventa in seguito assistente all'Accademia e collaboratore nel suo studio dal 1968 al 1981. Vive e lavora tra Roma e la Toscana, dove attualmente è titolare della cattedra di Pittura all'Accademia di Belle Arti di Firenze.
            Inizia ad esporre nei primi anni '60 alla Galleria "La Navicella" di Viareggio. Successivamente partecipa alle principali manifestazioni e rassegne artistiche nazionali, ottenendo riconoscimenti e premi. Si rammentano:
1963    Premio Nazionale "Città di Imperia" (1° premio Roveri), Imperia;
            Premio San Fedele, Galleria San Fedele; Milano;  
1964    IV° Rassegna Pisana di Arti Figurative "Grafica in Toscana", Pisa;
            Premio Michelangelo, Galleria Penelope (2° premio - mostra personale), Roma;
1965    Premio "G. Fattori" (2° premio), Casa della Cultura, Livorno;
1968    Premio "Cecina" (1° premio), Cecina;
1969    Premio per la Pittura dell'Accademia Naz.le di San Luca (1° premio), Roma;
1975    X° Quadriennale Nazionale d'Arte "La Nuova Generazione", Palazzo delle Esposizioni, Roma;
1976    Premio "Villa San Giovanni" (1° premio), Villa San Giovanni (RC);
1995    Mostra - Convegno "Artisti Italiani Figurativi", Casa dei Carraresi, Treviso;
2000    Rassegna "Arte all'inizio del terzo Millennio", 158^ Esposizione Arti Figurative. Promotrice          delle Belle Arti, Torino;
2003    "L'età delle illusioni mancate", 1944-2003, Pittori versiliesi ed emiliani a confronto con i maestri del Novecento, Palazzo Mediceo (giugno-luglio) Seravezza (LU);
            Area Museale " la Gironda", (ottobre) Zola Predosa (BO);
 
            In lui ogni visione della realtà quotidiana si combina con imprevedibili elementi onirici e fantastici, sempre acquistando, in forza di una suggestiva traslazione cromatica, una significativa valenza metaforica.
            Le sue opere figurano in collezioni pubbliche e private in Italia e all'estero. Della sua attività artistica si è interessata la critica e la stampa nazionale, come M. Venturoli, M. Valsecchi, R. Lucchese, S. Giannattasio, N. Corradini, G. Cordoni, ecc.