Contardi Patrizia

 

qualifica:

corsi 2011-2012:

 

PROFILO BIOGRAFICO

Diplomata all’Istituto Statale d’Arte, al Magistero d’Arte di Firenze e all’Accademia di Belle Arti di Firenze. Dal 1975 al 1996 docente di Tecniche dell’Incisione all’Accademia di Belle Arti di Catanzaro. Dicembre 1976 Mostra di calcografie a Peccioli (PI). Presentazione di Renzo Grazzini. Dal 1976 al 1995 varie mostre personali e collettive in Calabria e Toscana. Relatrice di numerose tesi di Tecniche dell’Incisione dal 1986 al 1996 all’Accademia di Belle arti di Catanzaro. Dall’ottobre 1996 a tutt’oggi- Docente titolare della cattedra di Tecniche dell’Incisione presso l’ACCADEMIA DI BELLE ARTI DI FIRENZE 2005 Prima edizione della “Scienza vista dall’Arte” con opere degli allievi e strumenti scientifici in collaborazione con il Dip. Astronomia e Scienza dello Spazio di Firenze ad Ostuni e a Fiesole nella chiesa di S.Alessandro. Maggio 2007-In collaborazione con la prof. Franchini e due studenti di Grafica, realizzazione di un Giovilabio galileiano in ottone, inciso ad acquaforte e puntasecca.
Dal 5 al 9 Giugno 2007, Mostra aula Minerva, terza edizione della “Scienza vista dall’arte”, mostra di stampe originali dei nostri allievi e strumenti scientifici concessi da istituzioni scolastiche di Firenze e dintorni.
Anno 2008-2009 organizzazione di un gruppo di lavoro composto da allievi di Grafica d’Arte per la preparazione di bozzetti e successiva incisione di sei giovilabi Galileiani in ottone da esporre in occasione della mostra di fine anno “Omaggio a Galileo,  i metalli incisi e stampati” dialogo fra arte e scienza in Accademia" nell’aula Ghiberti in via Ricasoli dal 9 al 15 giugno. Dal 1996 a tutt’oggi relatrice di numerose tesi sulla Grafica d’Arte.
Settembre 2009, la stessa edizione della mostra di giugno 2009, allestita nello spazio della Tribuna di Galileo alla Specola dal 25 settembre al 25 ottobre 2009. Sempre in collaborazione con la prof. Franchini allestimento di arredo per il Museo Planetario di Prato con otto ingrandimenti serigrafati delle opere grafiche degli allievi.