D'Alonzo Gianfranco

 Prof. Gianfranco D'Alonzo

e-mail:  info@gianfrancodalonzo.net

tel

link: http://www.gianfrancodalonzo.net

qualifica: Docente di 1° Fascia di Grafica d'Arte -Tecniche dell'Incisione


corsi 2014-2015:
Grafica
Tecniche Calcografiche Sperimentali


corsi 2013-2014:
Editoria d'Arte
Tecniche Calcografiche Sperimentali

corsi 2012-2013:
Editoria d'Arte
Tecniche Calcografiche Sperimentali

 

PROFILO BIOGRAFICO
Gianfranco D'Alonzo, Roio del Sangro (CH), 1958.

Nel 1982 si diploma in Decorazione presso l'Accademia di Belle Arti di Roma con un percorso di studio finalizzato all'indagine teorico - pratico dell'opera di Giorgio De Chirico e la Metafisica, riassunto nella tesi Il mondo di Orfeo comincia, analisi figurale del Ritratto di Apollinaire, con il prof. Maurizio Fagiolo dell'Arco. Studia incisione con il prof. Guido Strazza, disciplina che in seguito approfondisce nei laboratori dell'Istituto Nazionale per la Grafica-Calcografia di Roma: in particolare, nel biennio 84-85, in un laboratorio di accostamento all'opera poetica di Sandro Penna, con la cura di Federica Di Castro. Nel 1987, su invito del comune di Matera, con la cura di Guido Strazza, partecipa a una ricerca di gruppo basata sui segni della città sotterranea. Partecipazioni in rassegne nazionali e internazionali fra cui: 1983, Dal laboratorio alle collezioni, Istituto Nazionale per la Grafica, Roma; 1986, Materiali dl laboratorio di sperimentazione: lastre e stampe, Istituto Nazionale per la Grafica, Roma; Premio Internazionale Biella per l'Incisione, Palazzo Ferrero della Marmora, Biella; 1988, 5° Biennale della Grafica Europea di Heidelberg; 1989 e 1997, 18° e 22° Biennale Internazionale di Grafica di Lubiana; 1996, Art for all – opere moltiplicate su carta, Roma; 1998, Absolut Mail Art, Musei di Porta Romana, Milano; 2004, 1° Esposizione Internazionale del Libro d'Artista, Biblioteca d'Alessandria, Alessandria d'Egitto; 2005, Powerful Impressions: stampe italiane e americane, Washington (USA), nell'ambito del Southern Graphics Council International Conference.

Intanto, segue una ricerca "pittorica" accompagnata da un'intensa attività espositiva in ambito nazionale e internazionale. Partecipa all'XI Quadriennale di Roma nel 1986; è premiato al Premio Michetti, Radici del sud, dal sud: quindici artisti giovani, nel 1989 e al Premio Termoli, Identity Problems, nel 1994. A Roma espone in personali alla Fondazione Giorgio e Isa De Chirico nel 1988, alla Galleria dei Banchi Nuovi nel 1990 e allo Studio Durante nel 1991. Nel 1996 la Galleria Comunale d'Arte Moderna di Spoleto gli dedica una personale poi presentata allo Studio Ghiglione di Genova. Nel 1999, a seguito della partecipazione alla rassegna espositiva Arte Contemporanea Lavori in corso, entra a fare parte della collezione permanente della Galleria Comunale d'Arte Moderna di Roma. Altre presenze in: 1990, Colore – Struttura, una linea italiana 1945-1990, Palazzo Pretorio, Prato – Palazzo Atti, Todi; Intercity 1, Galleria della Fondazione Bevilacqua La Masa, Venezia; 1991, Sentieri Selvaggi, un'ipotesi contemporanea, Ex Carceri del Sant'Uffizio, Spoleto; Etica all'Arte, Palazzo dei Consoli, Gubbio – Cittadella dei Musei, Cagliari; La Collezione, Centro per l'Arte Contemporanea, Rocca di Umbertide; Now in Italy, Kodama Gallery, Osaka; 1994, ¿Que Bien Resistes? Galleria Comunale d'Arte Contemporanea, Arezzo; 1996, Collezione Permanente, Museo d'Arte Paolo Pini, Milano; 1998, Viaggiatori sulla Flaminia (Luoghi del corpo e dello spirito), mostra itinerante, Spoleto, Campello su Clitunno (chiesetta di S. Sebastiano), Trevi; 1999, Rotta di collisione, American Accademy, Roma – S. Maria La Nova, Napoli; Praga Magica – Oro e Nero, Palazzo dei Sette, Orvieto; Premio Marche 1999, Biennale d'Arte Contemporanea, Mole Vanvitelliana, Ancona; 2000 BLN: una Banca per l'arte oltre il mecenatismo – Giovani artisti all'inizio del Nuovo Millennio, Chiostro del Bramante, Roma; 2002 Daegu - Milano fine arts exibition, Daegu Culture and Arts Center, Korea; 2004, Arte italiana per il XXI secolo, Ministero degli Affari Esteri, Palazzo della Farnesina, Roma; 2011 Arché futura, Chiesta di Santa Caterina, Lipari; 2012, Siamo tutti greci, Museo Benaki , Atene.

Dal 1996 al 2000 frequenti soggiorni a New York, durante i quali realizza una produzione esposta in personali, Profondità nel 1997 e A step backwards nel 2000, alla Folin - Riva Gallery di Manhattan.

Negli ultimi anni, nel verificare il potenziale linguistico e sociale della pittura, apre a tematiche di condivisone che indirizzano la ricerca verso contesti no profit e ambienti irrituali, rinnovando il proprio statuto di lavoro. Nasce così Jo em confesso, evento performativo tenuto alla Lift Gallery di Roma nel 2003, prima parte di un progetto che dal 22.12.2011 al 31.02.2013 attiva l'Opera in Rete Land of prayer , in http://www.gianfrancodalonzo.net/land-of-prayer/, che dal 12 settembre al 25 ottobre 2013 diventerà Land of Prayer Alias, una mostra presso lo Studio d'Arte Contemporanea Pino Casagrande di Roma http://www.gianfrancodalonzo.net/land-of-prayer-alias/ , e successivamente un libro dal titolo LOP – Rete Mostra Libro, Quando l'arte ripensa le piattaforme della comunicazione, a cura di Franco Speroni, edito da Gangemi di Roma. http://www.gianfrancodalonzo.net/lop-rete-mostra-libro/

Didattica
Dal 1989 insegna Pittura, Incisione e Decorazione nelle Accademie di Viterbo, Sassari, Milano-Brera, Venezia, Napoli e L'Aquila dove, dal 2001 al 2005, è responsabile dell'Ufficio Relazioni Internazionali e Coordinatore del Programma Erasmus.

PUBBLICAZIONI
Gianfranco D'Alonzo, LOP Rete Mostra Libro - Quando l'arte ripensa le piattaforme della comunicazione, a cura di Franco Speroni, Gangemi Editore, 2014

IN RETE
http://www.gianfrancodalonzo.net 
http://www.edueda.net/index.php?title=Discussione:Land_of_Prayer