Vecere Laura

e-mail: laura.vecere@fastwebnet.it

qualifica: docente di I fascia

 corsi 2011-2012:

 

 

 

PROFILO BIOGRAFICO

Laura Vecere, laureata in Architettura presso l’Ateneo di Firenze nel 1976, con 110/ 110, dal 1977 esercita la docenza di Storia dell’Arte  Contemporanea presso l’Accademia di Belle Arti di Firenze. Dal 1991 al 1997 è stata corrispondente per la Toscana de Il Giornale dell’Arte e tuttora a collabora con  riviste specializzate di arte contemporanea. Autrice di saggi e libri riguardanti il tema della città, dell’architettura e del giardino ha ideato e curato  Dopopaesaggio, una manifestazione di arte territoriale nata in Tosacana a Fiano (nei pressi di Certaldo)  (1996 – 2006).  Il progetto si è sviluppato attraverso convegni, pubblicazioni specializzate, mostre nei musei di Certaldo e Palazzo Pitti e,soprattutto, con realizzazioni permanenti:  i giardini ( realizzati tra Fiano e Certaldo)    ideati  da artisti quali Remo Salvadori, Hidertoshi Nagasawa, Marco Bagnoli e Fabio Cresci.
Tra il 2002 e il 2009 ha curato una serie mostre monografiche di artisti toscani contemporanei presso il  Museo Marino Marini di Firenze.  Nel 2005 ha curato la mostra, Sopra-Luoghi, Museo del Paesaggio Verbania Pallanza, e Nagasawa, alla Galleria Il Ponte  di Firenze. Nel 2006 cura e pubblica Dopopaesaggio, spazio sociale e ambiente naturale nell’arte contemporanea,  prodotto dalla regione toscana, nel  2008 cura una mostra sulla conflittualità etnica: Una ciliegia sul tram, Galleria Il Ponte, in collaborazione con lo studentato di Rondine (cittadella della pace) e gli artisti Fabio Cresci e Stefano Tondo, nel 2008, cura la mostra  Cinque pezzi facili, Spazio D’A, Empoli.