Bindi Gaia

 Prof.ssa Gaia Bindi

e-mail: Questo indirizzo email √® protetto dagli spambots. √ą necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

qualifica: docente di I fascia

Orario di ricevimento a.a 2018/2019: nel I semestre: giovedì ore 15-19
 
corsi 2018-2019:
 
PROFILO BIOGRAFICO

Docente di Storia dell'arte I fascia, in ruolo all'Accademia di Belle Arti di Firenze, è laureata con lode all'Università di Firenze, specializzata all'Università di Pisa. Borsista della Fondazione di studi di storia dell'arte Roberto Longhi di Firenze, ha lavorato al Museo Marino Marini e agli Archivi Alinari di Firenze, al Musée Picasso di Parigi. Ha collaborato con numerosi critici (tra cui Jean Clair e Maurizio Fagiolo dell'Arco) per la realizzazione di mostre di arte moderna e contemporanea. Si è occupata di arte italiana degli anni Venti e Trenta, con mostre e cataloghi dedicati a Giorgio de Chirico, agli "Italiens de Paris", a Pablo Picasso e al Cubismo, a Salvador Dalì, Diego Rivera, Frida Kahlo. Dal 2012 ha rapporti con il Brasile, dove ha partecipato a convegni e curato le mostre Italia mon amour (Curitiba, 2014; Londrina, 2015) e Regina Carmona. Corpo e anima mundi (São Paulo, 2015; UNICAMP, Campinas, 2018).
E' stata docente di Storia dell'arte presso le Accademie di Belle Arti di Urbino, Lecce, Bari, Napoli, Torino, Carrara (dove ha avuto la carica di Vicedirettore negli a.a. 2016-'17 e 2017-'18). Nel 2007 ha curato con Gianni Pozzi presso l'Accademia di Belle Arti di Firenze il convegno Formazione, conservazione, comunicazione dell'arte e gli atti L'accademia oltre l'accademia (2009). E' stata Visiting Professor presso le Facolt√† di Belle Arti delle Universit√† di Valencia (2013), Siviglia (2014), Madrid (2015) e la Escuela de Arte y Superior de Dise√Īo Gran Canaria (2016). Dal 2018 √® iscritta all'Albo degli Esperti ANVUR ed √® incaricata come Esperto della Valutazione per l'accreditamento dei corsi di Diploma accademico AFAM.
Dal 2009 si occupa di arte contemporanea con intento ecologico con mostre e saggi ed è consulente scientifico del Centro sperimentale di arte contemporanea Parco Arte Vivente di Torino. Come giornalista collabora con le riviste "Arte" (Cairo), "Inside", "Artribune", "PEM" (Treccani), e col quotidiano "La Stampa".