Tecniche dell'Incisione Calcografica I B            

Prof. Montanelli Silvia

Crediti formativi: 8 

Orario delle lezioni:  

Livello: Triennio 

Corso di riferimento: Grafica 

Anno Accademico: A.A 2012-2013 

Tipologia disciplina: Laboratoriale 

 

OBIETTIVI FORMATIVI:

Nella propria attività didattica il docente formerà, come obiettivo fondamentale dell’insegnamento, un contributo per lo sviluppo e la formazione globale della personalità artistica dell’allievo fornendogli gli strumenti per cogliere, nelle varie tecniche incisorie, le funzioni comunicative del messaggio e la pluralità dei codici che compongono e strutturano questa comunicazione. Attraverso il fare in prima persona, l’allievo avrà l’opportunità di comprendere ed acquisire fornendo al tempo stesso condizioni di verifica per il docente.

Conoscenza dei canoni che regolano la definizione di “stampa originale d’arte”; a tale riguardo, viene espressamente prevista l’ esclusione di ogni procedimento meccanico e fotomeccanico.
Apprendimento delle varie differenze teorico pratiche per l’elaborazione di matrici per la stampa calcografica originale d’arte.
Acquisizione della conoscenza dei vari materiali, delle loro diversità in uso tradizionale e in uso sperimentale, in riferimento anche ai caratteri grafici visibili in stampa, stimolando contemporaneamente alla conoscenza della nascita storica e dei principali esponenti delle stesse tecniche.
Apprendimento delle varie tecniche calcografiche: testimonianza della sopravvivenza ed adeguatezza di linguaggi antichi facendoli interagire con la sperimentazione verso l’innovazione meditati da una sensibilità contemporanea;
Comprensione del segno inciso nelle varie strutture e forme.

CONTENUTI E TEMATICHE:

L’incisione calcografica (dal termine settecentesco francese Chalcographie calcografia, formato con il greco calcòs = rame grafo = scrivere, disegnare, donde disegnare su metallo) è la disciplina artistica che dà luogo alla produzione di “stampe originali d’arte”; si configura come sistema espressivo autonomo, dotato di un linguaggio proprio, ricco di un enorme patrimonio tecnico e contenutistico proveniente dal passato ma sensibile alle più svariate forme di sperimentazione DEL PRESENTE.

La stampa originale;
Nascita e genealogia delle tecniche;
Calcografie ( acquaforte, bulino, puntasecca, elettropunta, rotelle, morsura aperta, incisione in profondità, ceramolle, acquatinta, maniera allo zucchero, maniera nera);
Stampa a colori, rullata di colore, fondino japan, a la poupeè, metodo ad intarsio, le mascherine, quadricromia, metodo della viscosità;
Sperimentazione.

TIPOLOGIA DELLA DIDATTICA:

MODALITA' DELLA DIDATTICA/ORGANIZZAZIONE DEL CORSO:

Le tecniche incisorie saranno precedute da una breve lezione a carattere teorico-tecnico-storico, collettiva o individuale.
Le tecniche incisorie possono essere apprese per necessità di metodo e di tempi attraverso un programma metodico calendarizzato a periodi, oppure individuando attraverso dei bozzetti la semantica o texture più affine a quella determinata tecnica e da quella iniziare.
Tutti gli allievi (indipendentemente dalle loro conoscenze della materia saranno incoraggiati alla traduzione e alla personalizzazione delle proprie incisioni, applicandosi in prima persona nella ricerca di un linguaggio personale, consono alle potenzialità espressive del proprio stile. 

MODALITA' DI ACCERTAMENTO FINALE:

Per l’ esame è richiesta una raccolta di stampe originali realizzate durante l’ anno accademico in corso, da presentarsi in duplice copia.

BIBLIOGRAFIA:

Renato Bruscaglia - “Incisione, calcografia, e stampa originale d’ arte. Materiali, procedimenti e segni grafici. (Editrice Quattro Venti).
Bianchi Barriviera L. “L’ incisione e la stampa originale. Tecniche antiche e moderne.” (Neri Pozza editore).