Dai rifiuti nascono ritratti di personaggi cult

on Martedì, 08 Novembre 2016 10:21

Alla fiera Ecomondo di Rimini dieci opere degli studenti realizzate con scarti industriali

C'è chi per dare forma e luce al volto di Marylin Monroe ha trascorso tre giorni con le mani immerse in grandi contenitori di perline colorate e chi ha cucito frammenti di seta per rendere vivo il ritratto di Madre Teresa di Calcutta. Sono dieci gli studenti dell'Accademia di Belle Arti di Firenze che hanno dato vita ai ritratti esposti al padiglione C1 della Fiera di Rimini (Ecomondo, 8-11 novembre 2016).
Le opere sono state realizzate durante un workshop presso Officina SCART, il laboratorio di riciclo creativo allestito all'interno di Waste Recycling, azienda di smaltimento rifiuti del gruppo Herambiente, con la quale l'Accademia ha recentemente stipulato una convenzione.

Seta, perline ma anche cavi telefonici che incorniciano gli occhi di Nelson Mandela, e madreperla per il sorriso di Federico Fellini. Vetro e tappi di bottiglia compongono il ritratto di uno scintillante David Bowie, petali di fiori quello di Frida Khalo e centinaia di piedini per borse tratteggiano il volto di Amy Winehouse. Per Lucio Dalla, infine, è stata scelta la stoffa, arrotolata in piccoli tubicini, mentre per Pavarotti e Muhammed Ali la gomma. (VIDEO)

In foto gli studenti che hanno partecipato al workshop: Gregorio Maria Mattei, Ignazio Giordano, Antonella Prasse, Arianna Tosi, Federico Niccolai, Stefania Venuti, Valentina Perini, Beatrice Beneforti, Giulia Gigli, Olimpia Bogazzi e i professori Angela Nocentini ed Edoardo Malagigi.

L'Accademia organizza periodicamente workshop presso Officina SCART che rilasciano crediti formativi. La refente è la prof.ssa Angela Nocentini, ai workshop possono partecipare gli studenti di tutti gli indirizzi.

Che cosa sono i rifiuti industriali? Lo spiega Maurizio Giani, Ceo di Waste Recycling, in questo video:

Letto 1266 volte Ultima modifica il Giovedì, 06 Aprile 2017 15:52

Video