"Il Fuoco Dentro", un concorso premia tre allievi dell'Accademia

on Lunedì, 16 Maggio 2016 12:30

 Le opere saranno oggetto di una mostra dal 1 al 10 giugno e di un'asta benefica

Alessio Indraccolo, Luis Edoardo Pardo Silva ed Elena Shaposhnikova sono i vincitori del concorso “Il fuoco dentro. Oriana e Firenze”, rivolto agli studenti dell'Accademia di Belle Arti di Firenze e promosso dal Consolato Onorario della Repubblica del Perù presso la Repubblica di San Marino e dall'Accademia delle Arti del Disegno. 

“Il fuoco dentro. Oriana e Firenze” è anche il titolo del libro scritto dall'On. Sen. Riccardo Nencini, Vice Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti (Polistampa, Mauro Pagliai Editore), che racconta il rapporto tra Oriana Fallaci e la città di Firenze con testimonianze e documenti inediti. Il concorso ha richiesto la realizzazione di una tesina scritto-grafica (incisione, puntasecca, acquaforte), che rappresentasse il pensiero di Oriana Fallaci così come illustrato nel volume del sen. Nencini. Ai vincitori una borsa di studio.

 

Alessio Indraccolo ha ottenuto il primo premio con l'opera "Un grido dall'anima"(in foto. Puntasecca e caratteri mobili), che rende omaggio alla libertà di pensiero e alla tenacia della Fallaci. Un volto in primo piano è la raffigurazione della sofferenza, affiancato da una citazione della giornalista: "Ascoltatemi bene, aprite bene il cuore, e il cervello, e gli orecchi".

Secondo classificato lo studente Luis Edoardo Pardo Silva, con un'opera realizzata con le tecniche dell'acquaforte e riserva allo zucchero, inchiostrata alla poupee e che utilizza un fondino di carta bruciata.

Il giovane artista si è ispirato agli ultimi mesi di vita della giornalista fiorentina, l'opera ha quindi come tema la morte, qui espressa principalmente attraverso due teschi. La morte è messa in contrasto con la vita, rappresentata da un neonato e soggetti naturalistici.

Elena Shaposhnikova, terza classificata, ha presentato un'opera dal titolo: "Fiorentini, abbiate dignità!", frase ripresa da un articolo pubblicato a firma della Fallaci il 6 novembre 2002 in occasione del Social Forum di Firenze. Un'esortazione tuonante che costò cara alla giornalista, immediatamente additata come "terrorista", "arrogante", e "istigatrice d'odio". Una frase che la giovane artista dell'Accademia ha rielaborato cercando di riconciliare simbolicamente la figura di Oriana, che qui indossa un drappo nero, con la folla, i fiorentini, entrambi accomunati dall'amore per la stessa città rappresentata nell'opera dalla Cupola del Brunelleschi che sovrasta e domina Firenze. La tecnica usata è riserva in maniera pittorica, acquatinta e acquaforte.

 

Le opere dei partecipanti al concorso saranno in mostra dal 1 al 10 giugno presso la Sala delle Esposizioni dell'Accademia delle arti del disegno, dove saranno protagoniste (il 6 giugno, ore 17) di un’asta benefica. In tale occasione, il Consolato Onorario della Repubblica del Perù presso la Repubblica di San Marino devolverà l’intero ricavato dell’asta, diviso in parti uguali, a favore dell’Atcrup Onlus, Associazione Toscana Cura e Riabilitazione Ustioni Pediatriche dell'Ospedale Meyer di Firenze e dell’Associazione Voa Voa Onlus Amici di Sofia.

 

“Questo progetto - afferma Giorgio Fiorenza, Console Generale A.H della Repubblica del Perù -  nasce dalla presa d’atto che gli studenti, soprattutto in particolari e delicati momenti di crescita, hanno bisogno di riportare su un foglio di carta quelle che sono le loro sensazioni e, più in generale, i loro pensieri. In una società votata alla tecnologia e, per questo, sempre più ipertecnologica, dove tutto è sintesi e dove le parole sono troncate per ridurre tutto ad un sms, i ragazzi hanno necessità di una valvola di sfogo, di un’opportunità di espressione di sé. Abbiamo cercato di dar loro questa opportunità, invitandoli a riflettere su un libro, ad esprimersi su di esso, in uno spazio che fosse tutto loro. Ma questa è anche un’opportunità che diamo a noi stessi per capirli meglio e per essere al loro fianco nel loro percorso di crescita e acquisizione di consapevolezza”.

Il senatore Riccardo Nencini ha dichiarato: “Iniziative come questa che intendono valorizzare e premiare il talento e la creatività di giovani studenti sono un prezioso investimento nella cultura del futuro”.
Cristina Giachi, Vicesindaco e Assessore all’Educazione, Università e ricerca del Comune di Firenze, che ha preso parte alla premiazione di questa mattina così commenta: “Non sono sempre stata d’accordo con le posizioni assunte da Oriana Fallaci nel corso della sua vita, ma certamente la sua attenzione maniacale a far bene il proprio lavoro, la sua passione, sono un modello da prendere ad esempio, così come i suoi scritti sono materia di confronto, lei che era una scrittrice straordinaria. Certamente con Firenze ebbe un rapporto di “fuoco”, come si dice nel titolo del libro, è questa una definizione calzante. Lodevole quindi l’iniziativa, il premio assegnato oggi agli studenti e la volontà di devolvere il denaro raccolto da questa a favore di due importanti associazioni benefiche”.

Domenico Viggiano, Segretario generale dell’Accademia delle Arti del Disegno e Coordinatore scientifico dell’iniziativa, commenta: “Iniziative come questa sono particolarmente lodevoli e apprezzabili. Il progetto è stato accolto con grande entusiasmo da studenti e docenti. Gli studenti hanno bisogno di motivazioni e circostanze come questa sono importanti e sempre più preziose. Siamo molto soddisfatti anche della scelta delle tre opere vincitrici. Per la prima volta, grazie al Console Fiorenza, l’Accademia delle Arti del Disegno torna ad assumere un ruolo di impulso per i giovani allievi dell’Accademia di Belle Arti secondo l’antica matrice che ci auguriamo nel futuro di poter sempre più rafforzare a vantaggio della promozione dell’arte e dei giovani”. 

 

 

 

 

Letto 1109 volte Ultima modifica il Giovedì, 09 Giugno 2016 10:30