Incontri con l'arte

on Venerdì, 22 Aprile 2016 11:11

Ceramica preistorica, pittura sociale e una Firenze inedita: a maggio (4, 11 e 18) in aula Minerva

Un ciclo di incontri con i protagonisti dell'arte quello che ospiterà l'aula Minerva dell'Accademia di belle arti di Firenze il 4, 11 e 18 maggio prossimi alle 10.

Si chiama "Itinerari" ed è stato concepito dal professore di pittura Carlo Pizzichini, in collaborazione con Francesca Pertrucci (Storia dell'Arte), Paola Bitelli (Disegno) e Davide Tito (Anatomia Artistica).

Sono tre gli incontri da un'ora e mezzo circa durante i quali gli artisti invitati presenteranno la loro esperienza personale nel mondo dell'Arte.

La serie di appuntamenti si apre il 4 maggio alle 10 con Giovanni Maffucci, ex allievo dell'Accademia di Belle Arti di Firenze, che ha fatto della ceramica preistorica il suo campo d'azione. Maffucci è un cercatore d'argilla, la materia prima che dà forma alla sua arte. Un artista-artigiano che lavora sul posto, a mano senza l'ausilio del tornio e poi cuoce i manufatti nella brace incandescente di un fuoco all'aperto

Anche Ali Hassoun è stato allievo dell'Accademia di Belle Arti di Firenze. Artista di origine libanese formatosi professionalmente in Italia, l'11 maggio parlerà di "pittura nell'era globale". La sua poetica è un ponte tra due culture artistiche: quella decorativa del mondo islamico e la tradizione figurativa propria dell'arte occidentale e italiana in particolare. Nelle sue opere si avverte forte la volontà di denuncia e impegno sociale.

L'ultimo incontro, il 18 maggio, ci farà scoprire un nuovo volto della città di Firenze. All'ombra delle vestigia del Rinascimento italiano si nascondono tesori della contemporaneità. "Firenze. Itinerari nel Novecento" è l'intervento e insieme il titolo del libro fresco di stampa di Lia Berninistorica dell'Arte dell'Ateno fiorentino. Molto più che una guida turistica con percorsi che si snodano in una Firenze insolita e proprio per questo non meno bella e affascinante di quella che già conosciamo.

"Itinerari nasce dall'esigenza di condividere con gli studenti e gli interessati al mondo dell'arte alcuni incontri che io stesso ho fatto con personaggi particolarmente originali nelle loro storie di vita e nelle loro espressioni artistiche - spiega il professor Pizzichini - Loro sono la dimostrazione che il valore del lavoro di un artista va ben oltre il concetto stesso di celebrità".

L'evento è aperto a studenti e docenti dell'Accademia e a tutti gli interessati al mondo dell'arte.

Letto 1609 volte Ultima modifica il Lunedì, 30 Maggio 2016 08:21