Anatomia e Morfologia del Corpo

[eng]

Prof. Luppi Anna

Crediti formativi (ECTS Credits): 6
Livello (Level): Biennio (Master)
Corso di riferimento (Departments): Progettazione e Cura degli Allestimenti Artistici (Curatorial Studies)
Anno Accademico (Academic Year)A.A. 2017-2018

Tipologia disciplina (Course Type): Teorico-pratica (Theoretical – Practical)

OBIETTIVI FORMATIVI (COURSE OBJECTIVES):
La disciplina di Anatomia e Morfologia del Corpo intende approfondire i temi legati alla rappresentazione del corpo all'interno del sistema dell'Arte antica e contemporanea, indirizzando lo studente verso una riflessione e una successiva elaborazione critica e creativa dei temi in questione, in accordo con le finalità proprie del Biennio Specialistico rivolte verso l' Allestimento e la Cura di spazi espositivi.
 

CONTENUTI E TEMATICHE (SUBJECT MATTER):

Anatomia del corpo collettivo

Il titolo del Corso di quest'anno cita in parte una famosa mostra del 2008 al Museion di Bolzano, Sguardo periferico e corpo collettivo, che presentava la questione dei corpi collettivi nell'arte visiva contemporanea. In questo senso le tematiche del Corso affiancano l'evento di Startpointcaffè, vale a dire la progettazione e la realizzazione di una opera di arte partecipata, introducendo i temi del corpo anatomico che abita lo spazio, partendo dalla misura e dalla percezione del sè fino ad arrivare alle pratiche artistiche, collettive e individuali, con particolare interesse per la danza, che intendono mettere in relazione il corpo/i con l'architettura, la città, il museo ma anche con l'ambiente naturale, sociale e culturale dei territori del quotidiano che dell'altrove. Questo percorso verrà supportato dall' approfondimento dei temi presentati di volta in volta dai relatori invitati al Caffè, andando a ricercare le radici storico-culturali nonchè le fonti iconografiche primarie da cui derivano le pratiche artistiche in questione, utilizzando in modo particolare i testi antichi e rari consultabili nella nostra Biblioteca.

TIPOLOGIA DELLA DIDATTICA (CLASS FORMAT):

Lezioni teoriche (Theoretical Lessons)
Applicazioni pratiche (Practical Aplication)
Progetti laboratoriali/Stage (Workshop)
 

MODALITA' DELLA DIDATTICA/ORGANIZZAZIONE DEL CORSO (TEACHING METHODS / COURSE ORGANIZATION):

Alle lezioni teoriche del Mercoledì si affiancano i laboratori didattici- frutto di visite a musei o stage condotti da performer, nonché le revisioni dei lavori richiesti sui temi del Corso. La frequenza è obbligatoria, e vengono accettate solo assenze giustificate.
 

MODALITA' DI ACCERTAMENTO FINALE (FINAL EVALUATION):

La prova finale consiste nella presentazione di un lavoro originale sia esso grafico, performativo o multimediale corredato da una relazione scritta, che abbia preso origine dai temi proposti durante il Corso. La valutazione finale terrà conto anche della presenza e partecipazione alle attività laboratoriali e a quelle culturali- mostre, conferenze, rassegne, a livello cittadino e non, segnalate durante il Corso.

BIBLIOGRAFIA (BIBLIOGRAPHY):

I libri della lista sono a disposizione degli allievi del Corso:
 
  • Giuliana Bruno, Atlante delle emozioni. In viaggio tra arte, architettura e cinema, Johan & Levi, 2015
  • Virgilio Sieni/Bradbury/Natali:collana il gesto n.29, Laboratorio d'arte sul corpo. Deposizioni e Visitazioni / Agorà madri e figli, Maschietto Editore
  • Maria Rosa Sossai, 'Vivere insieme, l'arte come azione educativa' (2017, Torri del vento)
  • 36 - art/tapes/22, Le origini della videoarte, Curatore:Anna Mazzanti (2017, Silvana ed)
 

STUDENTI INTERNAZIONALI (INTERNATIONAL STUDENTS):

Anatomy of the collective body

The title of this year's course cites in part a famous exhibition at the Museion of Bolzano (2008), Peripheral gaze and collective body, which presented the issue of collective bodies in contemporary visual art. In this sense the themes of the course accompany the Accademia's event of Startpointcaffè - namely the design and the realization of a work of art participated- introducing the themes of the anatomical body that inhabits the space, starting from the measure and the perception of the self up to the artistic, collective and individual practices, with particular interest in the dance. This path will be supported by the deepening of the themes presented from time to time by the speakers invited to the Caffé, going to research the historical-cultural roots as well as the primary iconographic sources from which the artistic practices in question are derived, using in particular the ancient and rare texts consultable in our Library.