Stampa questa pagina

  Storia dell'arte moderna            

Prof. Alberti Rossella

Crediti formativi: 6 

Orario delle lezioni:  

Livello: Triennio 

Corso di riferimento: Decorazione, Pittura, Scenografia 

Anno Accademico: A.A. 2012-2013

Tipologia disciplina: Teorica 

 

OBIETTIVI FORMATIVI:

Avvicinarsi all’arte come a un testo in cui spesso ogni oggetto, ogni particolare, perfino la tecnica e il materiale hanno una ragione d’essere, un preciso significato, è l’atteggiamento di una parte della critica che non si accontenta di apprezzare i valori formali e compositivi del dipinto ma ne indaga i significati simbolici e culturali che per lo più sfuggono alla percezione contemporanea spesso distratta.
Questo, il senso di un corso che propone degli attraversamenti nella storia dell’arte moderna rintracciando generi e temi iconografici, cogliendo sviluppi e abbandoni, pretesti per approfondire un ragionamento sull’arte come obiettivo sensibile in cui si riflette di volta in volta la società, la cultura, il potere, la personalità dell’artista.
Il corso impostato sotto il profilo tematico non tralascia di tenere conto dell’impianto cronologico in modo tale da consentire la giusta collocazione di ogni fatto artistico all’interno del tempo in cui esso si è manifestato.
Il programma pensato per questo corso lo rende idoneo per tutti quelli che non hanno approfondito lo studio della storia dell’arte nella scuola superiore ma anche per chi pur conoscendo la storia dell’arte ha ancora molte curiosità da soddisfare.
E’ necessario fornirsi di un buon manuale di Storia dell’arte dal Rinascimento all’Ottocento per mettere a fuoco gli artisti, le correnti e le opere che saranno trattati durante il corso.
Durante lo svolgimento delle lezioni sarà fornita adeguata bibliografia degli argomenti trattati.

CONTENUTI E TEMATICHE:

Tutto l’ambiente naturale intorno a noi non risponde a un’oggettività immanente e immobile, ma a ciò che in esso vediamo o vogliamo vedere, fino a farlo diventare specchio della nostra immagine, del nostro tempo, del nostro essere nel mondo.
Per questo motivo il senso di un corso sulla pittura di paesaggio trova la sua ragion d’essere nell’opportunità che il tema offre di approfondire e comprendere i mutamenti, gli sviluppi e i ripensamenti che la riflessione culturale europea ha maturato, nel lungo periodo, dalle mere citazioni simboliche agli sviluppi naturalistici atti all’ambientazione di scene sacre o mitologiche fino ad aprirsi a uno sguardo sul mondo libero da ogni implicazione intellettualistica o letteraria e arrivare così alle radicalizzazioni della contemporaneità in cui, abbandonate le aspirazioni mimetiche o espressioniste, l’arte ha scelto la natura stessa come supporto d’interventi espressivi su vasta scala (land art). 
A queste finalità storico-culturali ne aggiungeremo un’altra più edonistica e cioè il fascino che la pittura di paesaggio ha esercitato e continua ancor oggi a esercitare.

TIPOLOGIA DELLA DIDATTICA:

Lezioni teoriche
 

MODALITA' DELLA DIDATTICA/ORGANIZZAZIONE DEL CORSO:

Il corso ha durata semestrale e sarà svolto nel secondo semestre dal 14 marzo al 23 giugno 2012. Le lezioni saranno svolte nell'aula del Teatrino, salvo contraria indicazione, con il seguente orario:Lunedì ore 17-19Mercoledì ore 17-19 Durante le lezioni verrà fornita adeguata bibliografia e saranno predisposte le dispense su cui preparare l'esame finale. In ogni caso, trattandosi di corso tematico, è richiesto come pre-requisito la conoscenza manualistica delle principali correnti e personalità artistiche europee dalla fine del XVI  alla fine del XIX secolo
 

MODALITA' DI ACCERTAMENTO FINALE:

Gli esami, che prevedono un'accertamento orale della preparazione e la conoscenza di tutto il programma del corso nonchè il commento critico alle opere d'arte esaminate durante le lezioni, si svolgeranno dall'11 luglio in poi. Gli studenti interessati a sostenere l'esame si presenteranno la mattina stessa dell'inizio dell'appello per iscriversi alla lista d'esame.
Potrebbe essere attivato, su richiesta degli studenti interessati e previa autorizzazione della Direzione didattica, un pre-appello in data da definire.

BIBLIOGRAFIA: