Economia e mercato dell'Arte - Pozzi

on Lunedì, 24 Ottobre 2016 11:49

Economia e mercato dell'arte

[eng]

Prof. Pozzi Gianni

Crediti formativi (ECTS Credits): 6

Livello (Level): TRIENNIO

Corso di riferimento (Departments):

Decorazione
Grafica
Pittura
Scenografia
Scultura

Anno Accademico (Academic Year): A.A. 2016-2017 

Tipologia disciplina (Course Type): Teorica

 

OBIETTIVI FORMATIVI (COURSE OBJECTIVES):

Il corso intende fornire alcune conoscenze di base indispensabili a un primo orientamento all'interno di quello che Alloway in un articolo per "Artforum" del '70 definì "sistema dell'arte". Un sistema che viene considerato qui non come controparte dell'artista ma come suo necessario spazio di relazione e quindi di realizzazione.
 

CONTENUTI E TEMATICHE (SUBJECT MATTER):

Per offrire una panoramica il più ampia possibile dei motivi che animano questo cosiddetto Sistema dell'arte il corso si articola in quattro gruppi tematici. Le Questioni circa la natura dell'oggetto d'arte visto nella sua duplice natura di bene simbolico e merce al tempo stesso; le Storie, a proposito della nascita di un sistema dell'arte moderna nella Parigi degli impressionisti e delle avanguardie e consolidatosi poi fino agli imponenti risultati attuali; le Strutture, ancora a partire da Parigi, dal primo Museo degli artisti viventi nel 1818, per una ricognizione dei soggetti attivi nel campo dell'arte contemporanea: gallerie, musei, rassegne, curatori, mercati e collezionisti. Arte & legislazione infine, per considerare brevemente la legislazione relativa ( il diritto d'autore esteso anche alle opere d'arte, il non diritto d'autore nel sistema web). Particolare attenzione verrà riservata, nel considerare i vari modelli di allocazione dell'opera d'arte, al modello della relazionalità e del dono, uno dei cinque considerati da W. Santagata nel suo Simbolo e merce e che risulta di stringente attualità per comprendere lo spirito di molte ricerche artistiche contemporanee, caratterizzate appunto da uno spirito di relazionalità e di impegno. Collegandosi in questo all'argomento preso in esame nel corso di Storia dell'arte contemporanea tenuto dallo stesso docente.
 

TIPOLOGIA DELLA DIDATTICA (CLASS FORMAT):

Lezioni teoriche
 

MODALITA' DELLA DIDATTICA/ORGANIZZAZIONE DEL CORSO (TEACHING METHODS / COURSE ORGANIZATION):

Lezioni teoriche con proiezioni di immagini e filmati; incontri con curatori, collezionisti e galleristi, visite a muse. Fiere d'arte e centri per l'arte contemporanea.
 

MODALITA' DI ACCERTAMENTO FINALE (FINAL EVALUATION):

Esame finale consistente in un colloquio sugli argomenti trattati e sulla bibliografia in programma.
 

BIBLIOGRAFIA (BIBLIOGRAPHY):

F. Poli, Il sistema dell'arte contemporanea, Bari, Laterza, 1999
W. Santagata, Simbolo e merce, Il Mulino, 1998, relativamente ai capp. I, I mondi dello scambio dei beni d'arte e III, Istituzioni per il mercato
A. B. Saarinen, I grandi collezionisti americani, Torino, Einaudi, 1977, relativamente ai capp. 7, Americani a Parigi: Gertrude, Leo, Michael e Sarah Stein e 14, Appassionata d'avanguardia: Peggy Guggenheim
G.Pozzi, Figure del dono. Dispendio, reciprocità e impegno nella pratica artistica contemporanea, Pisa, Pisa University Press e Accademia di BB.AA di Firenze, 2014
G. Pozzi, L'economia dell'artista ( dispense in copisteria )

Per eventuali approfondimenti:
A. Vettese, Ma questo è un quadro? Il valore nell'arte contemporanea, Roma, Carocci, 2005
F. Haskell, Le metamorfosi del gusto, Torino, Bollati Boringhieri, 1989, relativamente ai capp. 6, Scio, I massacri di Delacroix; cap. 8, Artisti e musei nell'Europa del XIX secolo e cap. 12, I nemici dell'arte moderna
B. O'Doherty, Inside the White Cube. L'ideologia dello spazio espositivo, Milano, Johan & Levi, 2012

Ricevimento studenti/lezioni individuali e/o collettive
Martedì 10 -11 e 13-15; giovedì 10-11 Biblioteca o Aula A35 ( Scenografia )

 

STUDENTI INTERNAZIONALI (INTERNATIONAL STUDENTS):

 

 

Letto 375 volte