Scenografia: Perricone-Fumagalli

on Mercoledì, 20 Luglio 2016 13:29

SCENOGRAFIA

[eng]

Prof. Perricone Riccardo Ferdinando e Fumagalli Isabella

 

Crediti formativi (ECTS Credits): 12

Livello (Level): Triennio (Bachelor)

Corso di riferimento (Departments): Scenografia (Set Design)

Anno Accademico (Academic Year): A.A. 2016 - 2017 

Tipologia disciplina (Course Type): Laboratoriale (Laboratory)

 

OBIETTIVI FORMATIVI (COURSE OBJECTIVES):

Il corso intende fornire allo studente tutte le metodologie proprie della progettazione scenografica di tradizione “all’italiana” e contemporanea, nelle sue evoluzioni artistiche e tecnologiche, nello spazio scenico architettonico e acustico, con particolare riguardo alle relazioni drammaturgiche.
 
 

CONTENUTI E TEMATICHE (SUBJECT MATTER):

Il corso di scenografia ha come tema lo studio e la progettazione scenografica delle seguenti Opere di Vincenzo Bellini (Catania, 3 novembre 1801 – Puteaux, 23 settembre 1835):
 

1° anno: "Norma" Atto I (1831 - Teatro alla Scala, Milano, 26 dicembre 1831)

2° anno: "Norma" Atto I e II (1831 - Teatro alla Scala, Milano, 26 dicembre 1831)

3° anno: "I Capuleti e i Montecchi" Atto I e II (1830 - Teatro La Fenice, Venezia, 11 marzo 1830)

I temi indicati saranno integrati ampliati ed arricchiti durante il corso dell'anno da lezioni specifiche sui testi dati e i loro contenuti.

Elaborati richiesti dai progetti:
 

Ricerca iconografica relativa alla scenografia, ai costumi e all'attrezzeria di scena e di costume; documentata per immagini fotografiche e anche in riferimento ad allestimenti scenografici già realizzati del repertorio nazionale e internazionale recenti o già storicizzati.

Bozzetti in bianco nero ed a colori in scala 1/25, atto per atto, scena per scena. Eseguiti con tecniche a scelta dello studente concordate con il docente. I bozzetti definitivi saranno realizzati col metodo di "restituzione prospettica per diagonale" secondo la tradizione teatrale e scenografica "all'italiana".

Progettazione della tavola per gli esecutivi in scala 1/50, di pianta sezioni e particolari costruttivi, ove richiesto, in scale maggiori. Gli studenti del secondo e terzo anno dovranno corredare i progetti dei disegni esecutivi in scala e dei particolari costruttivi cromatici, decorativi e scultori. La progettazione sarà eseguita sui disegni dati di palcoscenici di teatri italiani con particolare attenzione per il "Teatro Rossini" di Pesaro.

Modello plastico del progetto sul palcoscenico del teatro dato, da eseguirsi in legno o cartone in scala. Lo stesso dicasi per la realizzazione del modello del progetto scenografico eseguito dallo studente, atto per atto, scena per scena.

 

TIPOLOGIA DELLA DIDATTICA (CLASS FORMAT):

Lezioni teoriche, Applicazioni pratiche, Progetti laboratoriali/Stage (Theoretical Lessons, Practical Aplication, Workshop)
 
 

MODALITA' DELLA DIDATTICA/ORGANIZZAZIONE DEL CORSO (TEACHING METHODS / COURSE ORGANIZATION):

Fase 1- Lezioni teoriche sull’approccio alle ricerche iconografiche.

Fase 2 - Modi, usi e tecniche della progettazione scenografica di tradizione e le sue applicazioni ed evoluzioni anche contemporanee. Elaborazioni dei manufatti di progetto secondo criteri e tecniche da concordare. Sviluppi e approfondimenti tramite spettacoli, video e cinema

Fase 3 – A seguito degli approfondimenti effettuati, proposte scenografiche a cura dello studente nel corredo di progetto.

 

MODALITA' DI ACCERTAMENTO FINALE (FINAL EVALUATION):

Nota1: Il corso prevede due revisioni ciascuna per semestre; la prima nell’ultima settimana di lezione in febbraio che precede la sessione d’esame straordinaria. La seconda nell’ultima settimana di lezione in giugno che precede la sessione d’esame estiva.

 Nota 2: Gli studenti che alla fine dell’anno non saranno in possesso dell’80% delle presenze alle lezioni non verranno ammessi a nessuna delle sessioni d’esami e pertanto saranno costretti a ripetere il corso l’anno successivo. Soltanto quegli studenti che avranno sostenuto le due revisioni di febbraio e giugno potranno essere ammessi a sostenere gli esami nella sessione estiva (giugno) e autunnale (settembre). Gli altri verranno pertanto ammessi esclusivamente alla successiva sessione d’esame straordinaria (febbraio).

Si precisa inoltre che il superamento d’esame finale potrà avere luogo soltanto a condizione che i progetti siano completi in tutte le loro parti così come dai requisiti specificati.

 

BIBLIOGRAFIA (BIBLIOGRAPHY):

La bibliografia del corso sarà comunicata all’inizio dello stesso e sarà integrata di volta in volta secondo le necessità didattiche da acquisire.

STUDENTI INTERNAZIONALI (INTERNATIONAL STUDENTS):

Subject Matter

This set design course will deal with the study and practice of scenic design from the following Operas by Vincenzo Bellini (Catania, 3 novembre 1801 – Puteaux, 23 settembre 1835):

1° anno:Norma” Atto I (1831 - Teatro alla Scala, Milano, 26 dicembre 1831)

2° anno:Norma” Atto I e II (1831 - Teatro alla Scala, Milano, 26 dicembre 1831)

3° anno: “I Capuleti e i MontecchiAtto I e II (1830 - Teatro La Fenice, Venezia, 11 marzo 1830)

Course themes will be integrated, expanded and enhanced during the course of the year through specific lessons on the texts and their contents.

Required process for projects:

Iconographic Research regarding set design and costumes.
Sketches: black and white and color, scale 1:25
Design of the executive board: scale 1:50
Plastic Model of the project for the theatre stage: scale 1:50

 

Letto 619 volte