Scultura

[eng]

Prof. Porfidia Alessandra

Crediti formativi (ECTS Credits)12

Livello (Level): Triennio (Bachelor)

Corso di riferimento (Departments): Scultura (Sculpture)

Anno Accademico (Academic Year): A.A. 2016-2017 

Tipologia disciplina (Course Type): Laboratoriale (Laboratory)

 

OBIETTIVI FORMATIVI (COURSE OBJECTIVES):

Scultura - Contaminazioni ed intersezioni nel linguaggio.
Cos'è scultura, oggi? Attraverso quali specificità – di ambito, di linguaggio, di forme – è possibile connotarla? Ha una propria identità che la rende riconoscibile e distinguibile dagli altri linguaggi in cui si declina l'arte?
Il corso esplorerà alcune risposte a queste domande, partendo dalle esperienze più classiche - nella prima fase di studio - per indagare in parallelo, possibili linguaggi e metodologie che nel corso del tempo hanno trovato espressione nella scultura contemporanea più significativa. Lo studio dell'opera di artisti di ieri e di oggi è basilare per creare un percorso formativo consapevole e analitico. L'approccio teorico è considerato fondamentale e formativo quanto quello pratico.
Obiettivo del corso è lavorare sulla scultura come espressione e linguaggio poetico. L'approccio pratico prevede la sperimentazione e la ricerca secondo un percorso di metodo.
 

1. Percorso analitico: confronto consapevole con la materia, ricercando in essa la sensibilità poetica primaria. Lo studio si apre all'uso di nuove metodologie e di nuove tecniche, per favorire uno sguardo aperto in ogni possibile direzione.

2. Determinante è il rapporto dialettico e di sinergia con la Forma e lo Spazio.

3. Si intende esplorare la Scultura sia come prodotto oggettuale che come Installazione, Habitat, Arte ambientale, Site specific, Land art.

Partendo dal concetto di scultura oggettuale, libera ed autonoma, il corso intende affrontare le problematiche della forma, della sua relazione con lo spazio, del suo valore simbolico, nonché gli aspetti di linguaggio legati alla tecnica e ai materiali.

Il corso fornisce strumenti di linguaggio relativi alla rappresentazione mimica della realtà apparente, allo studio anatomico. Avvia lo studente alla ricerca di un linguaggio espressivo indipendente e innovativo.

Per raggiungere tale obiettivo si sottolinea l'interesse per un'arte "intensiva" e non omologata. Questo concetto di ricerca intensiva e personale, alla base del corso triennale, viene articolato in moduli metodologici di diverso livello.

Colloqui individuali con il docente sono costanti e programmati settimanalmente.

CONTENUTI E TEMATICHE (SUBJECT MATTER):

Il percorso didattico è mirato ad individuare e sostenere le capacità espressive individuali secondo il livello di esperienza e di conoscenza acquisita.

Per entrare nel cuore del linguaggio espressivo e della poetica, si terranno lezioni di approfondimento che focalizzeranno l'attenzione degli allievi sui seguenti argomenti:

  • concetto di percezione
  • concetto di relazione
  • poetica della materia: tattilità e superficie
  • tecnica e modo
  • stabilità e moto
  • spazio e ambiente
  • interno ed esterno
  • forma e tempo

 

TIPOLOGIA DELLA DIDATTICA (CLASS FORMAT):

La scoperta dell'orizzonte della scultura in cui muoversi deve essere associata allo studio delle diverse poetiche:

1) mediante una buona dimestichezza visiva sull'oggetto/forma/materia
2) mediante il confronto con l'opera degli scultori di tutti i tempi.

Analisi, esperienza, conoscenza sono quindi funzionali al lavoro sperimentale. Esperienza pratica e teorica. Verranno tenute lezioni teoriche e colloqui individuali di analisi e formazione.

MODALITA' DELLA DIDATTICA/ORGANIZZAZIONE DEL CORSO (TEACHING METHODS / COURSE ORGANIZATION):

Gli allievi del triennio di scultura potranno iniziare l'esperienza formativa dal disegno dal vero. Inizieranno la pratica di con piccoli bozzetti di studio del corpo anatomico dal vero, e successivamente potranno passare alla fase più complessa, di ricerca con la materia.

Affronteranno il modellato in creta per terracotta, e ceramica. Poi si confronteranno con la modellazione su struttura, armatura, per successiva formatura e realizzazione del positivo in altro materiale. Si intende questo percorso di lavoro come formativo e propedeutico.

Si terranno lezioni sulle metodiche tradizionali preparando gli studenti alla creazione di sculture con soggetto umano, animale, oppure sculture astratte. Superata l'esperienza formativa di base, gli allievi saranno coinvolti nella ricerca dei linguaggi e delle tecniche di scultura più articolate.

Si stimoleranno proposte e contaminazioni espressive, in un percorso progettuale e poetico strutturato. Tutti i materiali metallici, la scultura per assemblaggio, il cemento, le, gomme, i materiali sintetici, sono oggetto di studio e sperimentazione. In questo ambito si possono attuare anche percorsi con materiali di recupero. Linguaggi innovativi e che esplorano il Recycle sono proposti da workshop o progetti esterni. Come ulteriore sviluppo metodologico dell'attività di formazione gli studenti saranno impegnati in progetti finalizzati, individuali o di gruppo, mostre, concorsi e simposi teorici a tema. Il lavoro formativo si avvale molto dell'integrazione di opportunità esterne professionalizzanti. Percorsi di arte ambientale, arte sostenibile, sono parte del programma didattico. Per tale indirizzo di sperimentazione saranno utilizzati materiali naturali di ogni tipo, dal legno al marmo, materiali organici, rami, tronchi, legno e altro mettendo in atto progetti di Arte ambientale e di Arte nella natura.

All'inizio dell'anno verranno segnalati progetti e obiettivi di interesse complementare.

PROGETTI NAZIONALI e INTERNAZIONALI PROGRAMMA 2016/17:

  • Seminario teorico con incontri e proiezioni video
  • Workshop nazionali ed internazionali
  • partecipazione a concorsi
  • partecipazione a mostre: ARTE PUBBLICA - SCULTURA AMBIENTALE - ARTE SOSTENIBILE ARTE E NATURA. Installazioni e progetti: Mostra ambientale presso l'Orto Botanico di Firenze
  • Workshop Internazionale: Scultura in marmo, performance, arte pubblica e relazionale. Recycle: I materiali contemporanei Scultura di Terra: workshop sulla terracotta e ceramica, la fisicità del materiale

 

MODALITA' DI ACCERTAMENTO FINALE (FINAL EVALUATION):

 

BIBLIOGRAFIA (BIBLIOGRAPHY):

  • Francesco Poli, Storia della scultura del novecento, Ed. Laterza, Roma 2007
  • Marco Tonelli, La statua impossibile, Ed.Christian Marinotti, Milano 2008
  • Rosalind Krauss, Passaggi - Storia della scultura da Rodin alla Land Art, Bruno Mondadori, Milano 1998
  • Anna Detheridge, Scultori della speranza, l'arte nel contesto della globalizzazione. Piccola Biblioteca Einaudi, Torino 2012
  • A cura di Voker Harlan, Joseph Beuys, Cos'è l'Arte? Castelvecchi, Roma 2015
  • Massimo Recalcati, il miracolo della forma per un'estetica psicoanalitica, Bruno Mondadori, Milano 2007
  • Andrea Balzola ,Paolo Rosa, L'Arte fuori di sé, un manifesto per l'età post-tecnologica, Feltrinelli editore, Milano 2011
  • Giorgio Guglielmino, Come guardare l'arte contemporanea, Umberto Allemandi editore&C.Torino
  • Renato Barilli,Prima e dopo il 2000-La ricerca artistica 1970/2005, Feltrinelli, Milano2006/09
  • Yve-Alain Bois, Rosalind Krauss, L'informe, Bruno Mondadori, Milano 2003
  • Rosalind Krauss, Reinventare il medium. Cinque saggi sull'arte d'oggi, Bruno Mondadori, Milano 2005
  • Rosalind Krauss, L'originalità dell'avanguardia e altri miti modernisti, Fazi Editore,Roma 2007
  • Georges Didi-Huberman, Il gioco delle evidenze, Fazi Editore,Roma 2008
  • Constantin Brancusi, Aforismi, Abscondita, Milano 2001
  • Alberto Giacometti, Il mio lungo cammino, Hestia, 1998
  • Jean Clair, Il naso di Giacometti, una scultura, un simbolo, Donzelli, Roma 1994
  • Arthur C.Danto,La trasfigurazione del banale, una filosofia dell'arte, Ed Laterza,Roma 2008
  • Simonetta Gargioli, a cura di, Le arti del video, ed.ETS,Pisa 2004
  • Mario Perniola,Contro la comunicazione, Giulio Einaudi, Torino 2004
  • Mario Perniola, Del sentire, Giulio Einaudi, Torino 1991
  • Mario Perniola,Miracoli e traumi, Giulio Einaudi, Torino 2009
  • Jean Baudrillard, Il sistema degli oggetti,Bompiani, Bologna 2007
  • Rudolf Arnheim, Arte e percezione visiva, Feltrinelli, Milano 2002
  • Rudolf Wittkower, La scultura raccontata da Rudolf Wittkower. Dall'antichità al Novecento, Einaudi, Torino 2006
  • Stefano Zuffi, Scultura – Dai canoni greci al postmoderno: forme materiali maestri e capolavori attraverso i millenni, Guide Cultura Mondadori, Milano 2001
  • Ernesto L. Francalanci, Estetica degli oggetti, Il Mulino, Bologna 2006
  • FAM Francesca Alfano Milglietti, Manuale delle passioni, Skira, Milano 2007
  • Angela Vettese, Artisti si diventa, Carocci, Roma 2007
  • Martina Corgnati, L'opera replicante-La strategia dei simulacri nell'Arte contemporanea, Ed. Compositori, Bologna 2009
  • Lorenza Perrelli, Pubblic Art Arte interazione e progetto urbano, Franco Angeli, Milano 2006
  • Francesco Poli, Il sistema dell'arte contemporanea, Ed. Laterza, Roma 1999/2007
  • Giuliana Bruno,Atlante delle emozioni, In viaggio tra arte architettura e cinema, Bruno Mondadori 2006
  • Jean Baudrillard, Il patto di lucidità e l'intelligenza del male, Raffaello Cortina Editore, Milano 2006
 
Manuale di scultura:
Manuale di scultura, Pino Di Gennaro, hoepli, Milano 2011

Philippe Clérin, Manuale di scultura, tecniche, materiali, realizzazioni, Sovera Multimedia, Roma1995

STUDENTI INTERNAZIONALI (INTERNATIONAL STUDENTS):