Storia dell’arte contemporanea - Pozzi

on Lunedì, 24 Ottobre 2016 12:09

Storia dell'arte contemporanea

[eng]

Prof. Pozzi Gianni

Crediti formativi (ECTS Credits): 6

Livello (Level): TTriennio (Bachelor)

Corso di riferimento (Departments):
 
Decorazione (Decorative Arts)
Grafica (Printmaking and the Graphic Arts)
Pittura (Painting)
Scenografia (Set Design)
Scultura (Sculpture)
 

Anno Accademico (Academic Year): A.A. 2016-2017 

Tipologia disciplina (Course Type): Teorica (Theoretical)

 

OBIETTIVI FORMATIVI (COURSE OBJECTIVES):

Sviluppare una riflessione su alcuni aspetti della ricerca artistica contemporanea – al caso quella più legata a un agire socio/politico dell'artista - e fornire al tempo stesso una metodologia di studio dell'attualità.
 

CONTENUTI E TEMATICHE (SUBJECT MATTER):

La grande rassegna di Ai Wei Wei in corso a Palazzo Strozzi a Firenze fino al prossimo febbraio costituirà il punto di partenza per una riflessione attorno a alcuni nodi dell'agire artistico contemporaneo. Sono previste visite, incontri con i curatori e un lavoro comune, pratico e teorico insieme agli studenti di altre strutture universitarie fiorentine. Come si vedrà, non solo Ai Wei Wei che rappresenta un caso clamoroso, ma una parte significativa della pratica artistica cerca di porsi in contatto con le urgenze del mondo; umanitarie, sociali o ambientali che siano. Avanzando critiche, proponendo modelli, intervenendo direttamente nei problemi nel tentativo di superare, in una estetica allargata le tradizionali categorie dell'estetico e del politico, così come ci vengono da una lunga tradizione. Molte grandi rassegne, fino all'ultima Biennale di Venezia, All the World's Futures, hanno affrontato il problema, così come molti studi recentemente usciti. A partire da queste situazioni nel corso verrà sviluppata una riflessione non solo sugli aspetti salienti di questo agire ma soprattutto sui problemi che apre: ovvero quanto l'arte – che nella modernità si è posta come attività separata – può spingersi all'interno di queste contingenze continuando a configurarsi come arte, e quanto questo sia ( se lo è ) importante.
Il corso, focalizzato su aspetti dell'agire attuale, cercherà comunque di individuare alcuni riferimenti utili a una comprensione del fenomeno nel lavoro di alcuni artisti tra Ottocento e Novecento, da Goya a Courbet ai muralisti messicani a Picasso, così come cercherà un riferimento teorico a questo agire nel motivo del dono visto come "fenomeno totale".
 

TIPOLOGIA DELLA DIDATTICA (CLASS FORMAT):

Lezioni teoriche (Theoretical Lessons)
 

MODALITA' DELLA DIDATTICA/ORGANIZZAZIONE DEL CORSO (TEACHING METHODS / COURSE ORGANIZATION):

Lezioni teoriche, proiezioni, video, incontri, visite e mostre.
 

MODALITA' DI ACCERTAMENTO FINALE (FINAL EVALUATION):

L'esame finale consiste in un colloquio sugli argomenti trattati sulla bibliografia data.
 

BIBLIOGRAFIA (BIBLIOGRAPHY):

K. Smith, Ai WeiWei: la libertà in azione, in A. Galansino, a cura di, Ai WeiWei libero, catalogo della mostra, Firenze, Giunti, 2016
G. Pozzi, Autonomia e eteronomia dell'arte nella prospettiva del dono, in G.de Finis et al., a cura di, EXPLOIT. Come rovesciare il mondo ad arte. D-istruzioni per l'uso. Roma, Bordeaux, 2015
G. Pozzi, Figure del dono. Dispendio, reciprocità e impegno nella pratica artistica contemporanea, Pisa, Pisa University Press, 2014
T. Macrì, Politics/Poetics, Milano, Postmediabooks, 2014
C. Guida, Spatial Practices. Funzione pubblica e politica dell'arte nella società delle reti. Milano, Angeli, 2012

Per eventuali approfondimenti:
M. Perniola, L'arte espansa, Torino, Einaudi, 2015
 
Ricevimento studenti/lezioni individuali e/o collettive
Martedì 10 -11 e 13-15; giovedì 10-11 Biblioteca o Aula A35 (Scenografia)
 

STUDENTI INTERNAZIONALI (INTERNATIONAL STUDENTS):

 

Letto 173 volte