Tecniche e tecnologie della decorazione - Rizzo

on Martedì, 20 Dicembre 2016 10:25

Tecniche e tecnologie della decorazione

[eng]

Prof. Roberto Rizzo

Crediti formativi (ECTS Credits): 8

Livello (Level): Triennio (Bachelor)

Corso di riferimento (Departments): Decorazione (Decorative Arts)

Anno Accademico (Academic Year): A.A. 2016-2017 

Tipologia disciplina (Course Type): Laboratoriale (Laboratory)

 

OBIETTIVI FORMATIVI (COURSE OBJECTIVES):

I contenuti disciplinari del corso riguardano gli aspetti tecnici, operativi e teorici nell'elaborazione del progetto decorativo.
La ricerca decorativa racchiude in sé le potenzialità espressive e i molteplici linguaggi artistici, tradizionali e contemporanei, che definiscono i diversi e specifici indirizzi accademici.
Pittura, modellazione, installazione, tecnologia digitale, fotografia o video, nessun linguaggio è precluso agli studenti del corso, i quali possono costruire il proprio percorso formativo seguendo le proprie inclinazioni.
Gli obiettivi del corso sono:
- trasmettere agli studenti la necessaria conoscenza degli strumenti critici, analitici, tecnici e teorici indispensabili per potere interpretare ed elaborare il progetto decorativo, nella consapevolezza della sua trasversalità interdisciplinare;
- fornire agli studenti gli strumenti tecnici e culturali per potere sviluppare un metodo di progetto e di lavoro di ambito decorativo/installativo, in relazione ad uno spazio di applicazione o luogo di allestimento.
 

CONTENUTI E TEMATICHE (SUBJECT MATTER):

Nella sua dimensione globale, oltre a soddisfare pienamente le esigenze multidisciplinari dell'arte contemporanea, il linguaggio decorativo si rivolge anche a chi intende costruire il proprio percorso formativo in ambito applicativo, in relazione alle molteplici realtà professionali artigianali o industriali. Le possibilità di applicazione del linguaggio decorativo spaziano dall'allestimento di spazi pubblici o privati al design, dalla moda alla progettazione di gioielli, dall'intervento di recupero di contesti urbani degradati a quello meno invasivo all'interno di spazi naturali.
Il progetto decorativo può essere permanente o effimero, circoscritto a uno spazio limitato o definito attraverso un progetto unitario contenente più linguaggi espressivi.
Affinché gli studenti delle Accademie di Belle Arti siano all'altezza delle aspettative del mondo artistico e professionale odierno è indispensabile sia che essi siano consapevoli delle innovazioni tecnologiche e delle relazioni culturali che regolano e influenzano il contesto contemporaneo, sia che conoscano il patrimonio tecnico, artistico e storico del territorio nel quale vivono.
 

TIPOLOGIA DELLA DIDATTICA (CLASS FORMAT):

Il percorso didattico si svolgerà, supportando la pratica di laboratorio, attraverso lezioni e discussioni critiche e analitiche, su argomenti ed esposizioni sia di carattere storico o contemporaneo, sia relativo ai risultati pratici ottenuti dagli stessi allievi nell'ambito del corso.
La ricerca attraverso la visione di immagini e la lettura di testi è la premessa per ogni progetto serio e consapevole. Nessuna tecnica o linguaggio, sia esso tradizionale o contemporaneo, è precluso agli allievi, i quali però devono motivarne la scelta in relazione agli obiettivi da essi stessi perseguiti.
L'intero progetto decorativo è il risultato di un confronto continuo e regolare tra docente e allievo per tutta la durata del corso. La verifica da parte del docente del materiale di lavoro prodotto dall'allievo, che sarà poi presentato durante la prova d'esame, è parte fondamentale di questo confronto.
 

MODALITA' DELLA DIDATTICA/ORGANIZZAZIONE DEL CORSO (TEACHING METHODS / COURSE ORGANIZATION):

Il percorso di ricerca didattica si sviluppa attraverso questi passaggi:
- ricerca tecnica, iconografica e testuale, di carattere sia storico sia contemporaneo, dedicata all'argomento tecnico/artistico di interesse;
- individuazione di uno spazio o luogo di progettazione e allestimento di un'opera decorativo/installativa;
- studio tecnico, storico e artistico dello spazio o luogo di progettazione e allestimento di un'opera decorativo/installativa;
- ideazione e progettazione dell'opera in relazione al contesto di applicazione e allestimento scelto (elaborati progettuali, bozzetti grafici, modelli in scala, documentazione fotografica ecc.);
- ricerca sui materiali e sulle tecniche scelti per la realizzazione dell'opera;
- realizzazione dell'opera decorativo/installativa progettata.
 

MODALITA' DI ACCERTAMENTO FINALE (FINAL EVALUATION):

Presentazione del lavoro finale e del lavoro preparatorio (elaborati progettuali, bozzetti grafici, modelli in scala, documentazione fotografica ecc.).
 

BIBLIOGRAFIA (BIBLIOGRAPHY):

- Germano Celant – Arti & Architettura 1900-2000, catalogo della mostra a Palazzo Ducale, Genova, 2 ottobre 2004 – 13 febbraio 2005 – Skira 2004;
- Marina Pugliese - Tecnica mista. Materiali e procedimenti nell'arte del XX secolo - Bruno Mondadori 2006;
- Angela Vettese – Si fa con tutto. Il linguaggio dell'arte contemporanea – Laterza 2010;
- Hal Foster, Rosalind Krauss, Yve-Alain Bois, Benjamin H.D. Buchloh - Arte dal 1900. Modernismo. Antimodernismo. Postmodernismo – Zanichelli 2006.
Ulteriori testi saranno scelti in relazione agli argomenti affrontati e ai percorsi personali intrapresi dagli studenti.
 

STUDENTI INTERNAZIONALI (INTERNATIONAL STUDENTS):

 

Letto 288 volte