Teoria della Percezione e Psicologia della Forma - Lombardo

on Lunedì, 16 Gennaio 2017 13:34

 Teoria della Percezione e Psicologia della Forma 

[eng]

Prof. Giuliano Lombardo

Crediti formativi (ECTS Credits): 6

Livello (Level): Triennio (Bachelor)

Corso di riferimento (Departments): Decorazione, Grafica, Pittura, Scultura (Decorative Arts, Printmaking, Painting, Sculpture)

Anno Accademico (Academic Year)A.A. 2016-2017

Tipologia disciplina (Course Type): Teorica (Theoretical

OBIETTIVI FORMATIVI (COURSE OBJECTIVES):

Il corso intende fornire allo studente un orientamento generale sui processi cognitivi che permettono l'esplorazione e l'interazione con l'ambiente esterno e come queste facoltà si relazionino strettamente all'arte ed ai comportamenti estetici.

CONTENUTI E TEMATICHE (SUBJECT MATTER):

1) Psicologia della percezione. Gli studi psicologici sulla percezione riguardano il funzionamento dei sensi e le reazioni innescate negli esseri umani dagli stimoli sensoriali. Questa elaborazione dei dati sensoriali è un processo attivo e creativo che costituisce l'esperienza sensoriale di sé stessi e dell'ambiente circostante, una esperienza che si trova alla base delle interazioni tra l'essere umano ed il mondo.

2) Estetica empirica e psicologia dell'arte. Per estetica empirica (o estetica sperimentale) si intende il campo di studi che impiega metodologie scientifiche per investigare l'esperienza estetica ed il comportamento estetico proprio degli esseri umani. Il corso proporrà una panoramica delle teorie e delle questioni psicologiche legate alle esperienze ed ai comportamenti estetici.

Lo studente ha la facoltà di presentare una tesina e/o un elaborato in relazione ad un argomento approfondito. Il lavoro deve essere approvato entro la fine delle lezioni. Lo studente è tenuto a individuare un argomento, produrre un abstract ed indicare una bibliografia di riferimento prima di procedere alla stesura definitiva.

TIPOLOGIA DELLA DIDATTICA (CLASS FORMAT):

Lezioni teoriche, Applicazioni pratiche (Theoretical Lessons, Practical Application)

MODALITA' DELLA DIDATTICA/ORGANIZZAZIONE DEL CORSO (TEACHING METHODS / COURSE ORGANIZATION):
 
Il corso si svolgerà nel secondo semestre con lezioni nei giorni di lunedì e mercoledì. Le lezioni saranno suddivise in lezioni teoriche e lezioni integrative e laboratoriali (facoltative). Durante il corso saranno proposti progetti, esperimenti ed esercitazioni che verranno sviluppate nelle ore integrative.
 
MODALITA' DI ACCERTAMENTO FINALE (FINAL EVALUATION):

Gli esami consistono una prova orale. Le ricerche e gli elaborati facoltativi, andranno comunque concordati ed approvati durante il corso. Le tesi, concordate con il docente, vanno richieste almeno un anno prima della prevista sessione di Diploma.

BIBLIOGRAFIA (BIBLIOGRAPHY):
 
Manuale di riferimento:
 

LOMBARDO, G. (2013). L'interfaccia con il mondo. Nuove prospettive di psicologia della percezione. Gangemi.

Materiali integrativi comprendono estratti da:

AA.VV. (2015). DOSSIER: NEUROMARKETING. Mente & Cervello (122).

CHANGIZI M (2010). The Vision Revolution. BenBella Books.

DISSANAYAKE E (2007). What art is and what it does: An overview of contemporary evolutionary hypotheses. In Martindale, Loche e Petrov (a cura di) Evolutionary and Neurocognitive approaches to aesthetics, creativity and the arts, Amityville, NY: Baywood, 1-14.

GAZZANIGA MS, IVRY RB, MANGUN JR (2005). Neuroscienze Cognitive. Zanichelli.

GOULD SJ, LEWONTIN RC. (2001). I pennacchi di San Marco e il paradigma di Pangloss. Einaudi.

LOMBARDO G. (2012). Neuroestetica e psicologia dell'arte. Rivista di Psicologia dell'Arte. 22n.s.

LOMBARDO G. (2014). Estetica ed evoluzione: alla ricerca dell'arte allo stato naturale. Rivista di Psicologia dell'Arte. 24n.s.

LOMBARDO G. (2014). Ordine, complessità e preferenze estetiche. Dalla sezione aurea alla processing fluency. www.unclosed.eu. 1(4).

LOMBARDO G. (2015). Imparare ad apprezzare una sfida impossibile. Apertura e indeterminazione nella partecipazione estetica. Rivista di Psicologia dell'Arte. 26n.s.

LOMBARDO G. (2016). Interazione estetica indeterminata e teoria del "flow". www.unclosed.eu 3(11).

MILLER G. (2001). Aesthetic fitness: How sexual selection shaped artistic virtuosity as a fitness indicator and aesthetic preferences as mate choice criteria. Bulletin of Psychology and the Arts 2(1), 20-25. Numero speciale su Evoluzione, creatività, ed estetica.

STUDENTI INTERNAZIONALI (INTERNATIONAL STUDENTS):

The course objective is to supply students with basic knowledge of the cognitive processes that underlie exploration and interaction with the environment and how these relate to art and to aesthetic behavior. The first part will cover psychology of perception: the functioning of the senses and the reactions to sensory stimuli in human beings. This is an active and creative process that constitutes the sensory experience of the self and the environment. The second part of the course will be dedicated to psychology of art and experimental aesthetics. These studies use scientific methods to investigate aesthetic experience and behavior.

Students may submit a paper or a personal project in relation to the subject they have chose to research. The work must be approved before the end of the lessons. The student must propose a subject, write an abstract and present a bibliography before writing the paper.

Letto 367 volte