Storia della scenografia 

Prof. Pierfrancesco Giannangeli

Crediti formativi (ECTS Credits): 6
Livello (Level): Triennio (Bachelor)
Corso di riferimento (Departments): Scenografia
Anno Accademico (Academic Year): A.A. 2018-2019 / primo semestre 
Tipologia disciplina (Course Type): Teorica (Theoretical)

OBIETTIVI FORMATIVI (COURSE OBJECTIVES):
Obiettivo del corso è fornire conoscenze sulla storia della scenografia e sui concetti di spazio teatrale e di spazio scenico dalle origini ai giorni nostri, intrecciando l'analisi dei contenitori con le necessità artistiche ed estetiche degli spettacoli che nelle diverse epoche vi sono andati in scena.

CONTENUTI E TEMATICHE (SUBJECT MATTER):
Il corso prevede approfondimenti su spazio teatrale greco e romano, teatralità diffusa nel Medioevo, scena e città nel Rinascimento, teatri delle corti e sale dei professionisti nel Seicento e Settecento, realismo ottocentesco, moltiplicazione degli spazi e nuova relazione con lo spettatore nel contemporaneo. Particolare attenzione verrà data alle rivoluzioni del Novecento, a partire dagli studi teorici e alle applicazioni pratiche di Adolphe Appia in relazione alla messinscena del dramma wagneriano, la messinscena come mezzo di espressione e il concetto di opera d'arte vivente. Nello specifico, verranno letti e commentati brani da La musica e la messa in scena (1895), La messa in scena del dramma wagneriano (1899) e L'opera d'arte vivente (1921).
 

TIPOLOGIA DELLA DIDATTICA (CLASS FORMAT):
Lezioni teoriche

MODALITA' DI ACCERTAMENTO FINALE (FINAL EVALUATION):

Colloquio orale

BIBLIOGRAFIA (BIBLIOGRAPHY):

Testi obbligatori:
- Isabella Innamorati, Le forme dello spazio teatrale e dello spazio scenico, in Luigi Allegri (a cura di), Storia del teatro. Le idee e le forme dello spettacolo dall'antichità a oggi, Carocci, Roma 2017, pp. 373-408
- Adolphe Appia, Attore, musica e scena, Cue Press, Imola 2015