Sinergie d'incontri

Ultimo appuntamento giovedì 3 maggio, ore 11 in aula 5

Il corso di Anatomia della docente Alessandra Tortarolo presenta il ciclo di appuntamenti Sinergie d'incontri.

Il primo incontro si terrà mercoledì 18 aprile (ore 10, aula 40) con "Il giovane Caster", a cura di Vincenzo Cabiati.

Formatosi nello studio del padre Achille, un pittore che dagli anni quaranta ha aderito al realismo, attinge ad un immenso repertorio iconografico fatto di arte, cinema e architettura.
Cabiati preleva frammenti significativi astraendoli dal contesto originario e attribuendo loro un rinnovato valore poetico e affettivo. Utilizza una grande varietà di linguaggi: pittura, acquerello, disegno, scultura, fotografia, installazione, video, negli ultimi anni la ceramica policroma rappresenta il mezzo privilegiato dell'artista. La sua ossessione per la sequenza e l'inquadratura fanno del cinema un'inesauribile fonte di immagini.

Venerdì 20 aprile sarà la volta di Carlo Spoldi con "Ecologia della comunicazione".
Viviamo in un tempo in cui, l'enorme sovraesposizione ai mezzi di comunicazione si è configurata come una discarica planetaria di testi, suoni, immagini, parole...e che definisce quello che pensiamo, ciò che siamo, ci costituiscono e definiscono ciò che, in ultima analisi, consideriamo reale. In questo contesto appare urgente elaborare un un metodo rivolto ad una "Ecologia della Comunicazione", ad una consapevolezza dei mezzi e dei messaggi, che mira a togliere più che aggiungere, a sintetizzare più che a raccontare.

Chiude il ciclo d'incontri Lorenzo Bruni - 3 maggio, ore 11, aula 5 - con "Il movimento anatomico al tempo del digital divide", che indaga questa tematica a partire dall'utilizzo di robot legati alla intelligenza artificiale da parte di artisti come Goshka Macuga o di Jordan Wolfson e/o dall'esplorazione degli archivi digitali da parte di altri come Hito Steyerl o Camille Henrot.