The Wall. Altri Spazi

on Martedì, 18 Settembre 2018 16:16

Progetti di riqualificazione urbana degli studenti in mostra al Museo Novecento

TheWall per Accademia

Riqualificare via Palazzuolo con un progetto artistico, anzi sedici, tanti sono quelli che compongono The Wall. Altri spazi, un pannello che espone al piano terra dell'ex convento le Leopoldine, dal 2014 sede del Museo Novecento, le idee per la rigenerazione artistica della zona non distante da Santa Maria Novella. Un pannello lungo più di dieci metri in cui 19 studenti dell'Accademia sono riusciti a condensare la loro visione per fare di via Palazzuolo un'estensione del Museo Novecento e liberarla così dal degrado che, stando ai fatti di cronaca, la affligge.

Ideato dall'artista e docente Robert Pettena e dal direttore artistico del Museo Novecento, Sergio Risaliti, The Wall. Altri spazi si avvale della collaborazione dell'Assessorato allo sviluppo economico e al turismo del Comune di Firenze e dell'Accademia di Belle Arti.

Come spiega Robert Pettena "Il progetto vuole aprire la via ai "cittadini del mondo" con attività artistiche che incoraggino un dialogo tra le diverse realtà di quartiere secondo nuove sinergie, sensibili ed attente alle diversità socio-culturali venute a formarsi negli anni. Un laboratorio centrato sulla tolleranza-scambio e sulla scoperta di luoghi dimenticati. Spazi da riattivare prendendo come esempio anche le esperienze del gruppo 9999, fondatore dello Space Electronic" .

Un progetto accolto con entusiasmo dal direttore dell'Accademia di Belle Arti di Firenze Claudio Rocca che nel suo intervento sul periodico distribuito all'interno del Museo ricorda: "La figura dell'artista e dell'intellettuale dovrà tornare a calarsi fra le persone comuni che lavorano tutti i giorni nelle loro attività economiche quotidiane, ritrovare i rapporti interrotti e riappropriarsi delle trasformazioni sociali. Per questo i nostri artisti si sono immersi nella realtà multicolorata di via Palazzuolo ed hanno cercato di interpretare, di scoprire, di declinare questo variopinto spaccato di città. Mi auguro che sia solo l'inizio di un percorso che ci vede attori di un ripensamento totale, aiutati da questi stimoli che ci propongono i nostri studenti, che rappresentano il momento del cambiamento nell'attualità".

The Wall. Altri Spazi. Foto di: Museo NovecentoUn invito quello del direttore che è stato colto in pieno dagli studenti Antoliana Palmisano, Matteo Coluccia, Leonardo Bastiani, Zoya Shokoohi, Giulia Spugnoli, Dalila Doro, Silvia Cogotzi, Stefano Giuri, Luca Puri, Francesca Lo Russo, Lori Lako, Jessica Guerzoni, Davood Madadpoor, Silvia Coppola, Valentina De Florio, Davide D'Amelio, Michela Massei, Leonardo Meoni, Emanuela Cavallaro, i cui progetti saranno esposti al Novecento fino al prossimo 13 dicembre.

The Wall. Altri spazi è il secondo appuntamento con il format espositivo The Wall, ideato dal direttore artistico del Museo Novecento Sergio Risaliti, che propone la sintesi e l'elaborazione visiva tipica dell'infografica e offre allo spettatore uno schema figurato, ricco di informazioni e di suggestioni tra loro interconnesse, sviluppato graficamente lungo la parete, ed è uno dei quattro nuovi progetti espositivi del Museo.

Ma The Wall. Altri spazi, è anche il secondo progetto di collaborazione tra l'Accademia di Belle Arti e il Museo Novecento. Già ad aprile alcuni studenti avevano collaborato con il docente e artista Paolo Parisi alla realizzazione dell'installazione posta sulla cancellata d'ingresso del Museo.

La foto in alto a sinistra è stata gentilmente fornita dal Museo Novecento.