--------------------

  Anatomia e morfologia            

Prof. Luppi Anna

Crediti formativi: 7 

Orario delle lezioni:  

Livello: Biennio 

Corso di riferimento: Progettazione e Cura degli Allestimenti Artistici  

Anno Accademico: A.A 2012-2013 

Tipologia disciplina: Teorico-pratica 

 

OBIETTIVI FORMATIVI:

La riflessione sulla costruzione dell' immagine del corpo umano e sul suo farsi tema espositivo e/o di ricerca artistica, diviene il necessario legame con il Corso di Indirizzo in Allestimenti Artistici. Per l'allievo, l'analisi di questo processo costituirà metodo e base di ricerca culturale per poter affrontare la progettazione di spazi dedicati (Musei Scientifici, Percorsi Espositivi... ) con un pensiero critico e uno sguardo più affinato alla complessità della rappresentazione e al tempo stesso maggiormente consapevole dei propri mezzi e inclinazioni.

CONTENUTI E TEMATICHE:

Tema di quest'anno è :" La Misura e la norma: l'immagine del corpo nel secolo del positivismo". Si continua idealmente il discorso affrontato negli anni precedenti: verificare come l'immagine del corpo umano sia il risultato di una confluenza di dati biologico-culturali, e di come l'apporto di scoperte medico - scientifiche non sia mai neutro ma subisca a sua volta l'influsso di idee e ideologie e di come a sua volta contamini la visione contemporanea. Il tempo esplorato quest'anno sarà l'800, secolo dedito alla misurazione e alla classificazione dell'esistente, che si apre con le misurazioni dei crani di Camper, si imbeve delle teorie evolutive di Darwin e in Italia vedrà con Lombroso e Frri il trionfo di quella ideologia positivista- igienista che avrà conseguenze cruciali nel '900.

TIPOLOGIA DELLA DIDATTICA:

Lezioni teoriche , Applicazioni pratiche, Progetti laboratoriali/Stage
 

MODALITA' DELLA DIDATTICA/ORGANIZZAZIONE DEL CORSO:

Il Corso sarà annuale, in parallelo con il Corso d'indirizzo, e come questo si terrà nei locali della Scuola Guicciardini. Le lezioni, a cadenza settimanale, si articoleranno in un momento teorico e uno di laboratorio immediatamente seguente, in cui gli allievi dovranno fornire approfondimenti e progetti tratti dai temi delle lezioni, secondo un personale criterio di interesse. Si richiederà, di volta in volta, una prova scritta (relazione- schede di lettura- commenti) corredata da un minimo apparato bibliografico o di websites. Il tutto confluirà in un progetto finale (revisione obbligatoria a metà anno con votazione che inciderà in percentuale su quella finale) legato ad un momento espositivo che vedrà "messo in scena" l'argomento prescelto. 

MODALITA' DI ACCERTAMENTO FINALE:

L'esame finale l'allievo deve presentare il concept di un progetto espositivo su di un tema svolto durante le lezioni e che riguardi la rappresentazione corpo umano nella sua accezione più ampia. Per la valutazione del progetto finale si terrà conto di fattori quale l'interesse , l'originalità, la comprensione e la capacità di critica dello studente nella scelta della tematica. Parte importante per il giudizio sarà anche la partecipazione attiva alla vita culturale cittadina e l'impegno in stage e workshop che verranno proposti durante l'anno.

BIBLIOGRAFIA:

Londa Schiebinger, Nature's body gender in the making of modern science, Rutgers University press, New Yersey 1993
Andrea Carlino, R.P.Ciardi, A. Luppi, A.M. Petrioli Tofani,Visioni Anatomiche, Silvana Editoriale, Milano 2011
AAVV, Museo Lombroso di Torino, Torino 2009
Giorgio Colombo, La Scienza infelice. Il museo di antropologia criminale di Cesare Lombroso, Bollati Boringhieri,Torino 2000
Jean Clair, L'Ame au corps, arts e science 1793-1993, Réunion des Musées Nationaux (RMN) Paris, 2002
Philippe Comar, Figures du corps. Une leçon d'anatomie aux beaux-arts, École nationale supérieure des beaux-arts,Paris, 2009
Michel Foucault,Sorvegliare e punire. Nascita della prigione, Einaudi tascabili, Saggi, Torino 2005
Paolo Mantegazza, L' uomo e gli uomini. Antologia di scritti antropologici , Polistampa, Firenze 2004