Elementi di morfologia e dinamiche della forma

[eng]

Prof. Storino Giuliana

Crediti formativi (ECTS Credits): 9
Le lezioni si terranno nel: I semestre 
Livello (Level): Triennio (Bachelor)
Corso di riferimento (Departments): Decorazione
Anno Accademico (Academic Year)A.A. 2017-2018

Tipologia disciplina (Course Type): Teorico-pratica (Theoretical – Practical)

OBIETTIVI FORMATIVI (COURSE OBJECTIVES):

Il corso intende fornire allo studente una conoscenza della disciplina a partire dallo studio delle forme, quale descrizione e rappresentazione di un processo fenomenico che pone al centro la creatività, motore della natura e del gesto artistico. La morfologia è la descrizione e rappresentazione di tale processo dinamico, nel quale la formazione, coincide con il divenire delle forme nella loro capacità di metamorfosi. In tal senso studiare le forme dello spazio significa sia portare alla luce la struttura profonda dei fenomeni, il loro 'ordine nascosto', sia il senso del loro procedere, secondo una visione dinamica del mondo in continuo divenire di forme.
 

CONTENUTI E TEMATICHE (SUBJECT MATTER):

Gli sviluppi bio-tecnologici, scientifici e socio-culturali del XXI secolo, hanno dato luce a una condizione di esistenza transitoria, immersa in una rete di relazioni. In questo vasto scenario globale, che ci vede perennemente connessi con il mondo, avviene una ridefinizione totale del vivente. Sebbene il concetto di forma è spesso declinato a forma di comunicazione, il linguaggio delle immagini è da sempre la più diretta forma di comunicazione. Spesso l'orecchio vede e l'occhio sente; sovvertendo la percezione dello spazio è necessario riconsiderare la forma in una sfera che coinvolge simultaneamente le forme fisiche, sociali, l'emanazioni sottili e quelle forme dello spazio in continuo cambiamento strutturale.
Tematiche:
-Il Lògos della forma ha radici lontane. Il segno verbale promosso a forma può divenire lo stampo di varie accezioni e concorrere a singolari avventure;
- dal segno al disegno. L'impronta: forma di una esistenza luogo di somiglianza e identità;
-Morfologia della natura: studio delle forme naturali nella loro capacità di metamorfosi.
-morfologia dell'immaginario e metamorfosi della visione: percorsi fra pratiche artistiche e arti multimediali;
-l'Antropocene, il destino mutevole della Terra, nella trasformazione dei territori e mutazione ambientale;
-il punto di arrivo di google maps, ai limiti e confini del cyberspazio.
 

TIPOLOGIA DELLA DIDATTICA (CLASS FORMAT):

Lezioni teoriche (Theoretical Lessons)
Applicazioni pratiche (Practical Aplication)
Progetti laboratoriali/Stage (Workshop)
 
 

MODALITA' DELLA DIDATTICA/ORGANIZZAZIONE DEL CORSO (TEACHING METHODS / COURSE ORGANIZATION):

La didattica si basa sulle lezioni teoriche e pratiche, di applicazione nell'aula. Durante il corso verranno proposte visite guidate, incontri con personalità del mondo dell'arte e proposte espositive anche in spazi museali. È fondamentale la presenza alle revisioni periodiche di verifica degli elaborati e degli argomenti affrontati. È obbligatorio per sostenere l'esame, la presenza alle lezioni teoriche, pratiche, alle verifiche, e agli incontri anche esterni.
 

MODALITA' DI ACCERTAMENTO FINALE (FINAL EVALUATION):

L'esame finale consiste nella presentazione di tutto il lavoro svolto durante il corso, e nella verifica orale degli argomenti trattati. Tutti i progetti devono essere concordati a fine Corso. È ritenuta fondamentale, la frequenza al corso e la presenza alle revisioni. É obbligatoria la lettura delle dispense di studio e a scelta dello studente uno dei testi segnalati nella bibliografia. Lo studente ha la facoltà di presentare una tesina e/o un elaborato in relazione ad un argomento approfondito. Ulteriori riferimenti bibliografici saranno forniti durante le lezioni. Il lavoro deve essere approvato entro la fine delle lezioni. Per la valutazione finale inoltre, si prenderà in considerazione anche l'atteggiamento attivo e di partecipazione, dimostrato dallo studente durante le lezioni.
 

BIBLIOGRAFIA (BIBLIOGRAPHY):

MICHEL SERRES, Le origini della geometria , Feltrinelli ed., 1994; Il contratto naturale, Feltrinelli editori, 1991;
KLEE PAUL , Teoria della forma e della figurazione, Feltrinelli ed. , Milano 1959;
GOETHE J.W., La metamorfosi delle piante, S. Zecchi (a cura di), B. Groff, Guanda editore, 1999.
FOCILLON H., Vita delle forme-Elogio della mano, Torino, Einaudi, 2002.
ANDREJ TARKOSKIJ, La forma dell'anima, il cinema e la ricerca dell'assoluto, BUR Biblioteca Univ. Rizzoli, 2012.
M. MAZZOCUT-MIS , I percorsi delle forme, Milano, Mondadori, 1997;
WILFART SERGE, Il canto dell'essere. Analizzare, costruire, armonizzare attraverso il canto, Servitium editrice, 2006; F. A. MIGLIETTI, Identità mutanti, Milano, Mondadori, 2004.
 

STUDENTI INTERNAZIONALI (INTERNATIONAL STUDENTS):

The course intends to provide the student with a knowledge of the discipline from the study of the forms as a description and representation of a phenomenal process that places the creativity, engine of nature and artistic gesture at the center. Morphology is the description and representation of this dynamic process, in which formation, coincides with the becoming of forms in their metamorphosis capacity. In this sense, studying the forms of space means to bring to light the deep structure of phenomena, their 'hidden order', and the sense of their progress, according to a dynamic vision of the world that is constantly becoming forms. The bio-technological, scientific and socio-cultural developments of the 21st century have given rise to a state of transient existence, immersed in a network of relationships. In this vast global scenario that sees us perpetually connected with the world, there is a total redefinition of the living. Although the concept of form is often declined as a form of communication, image language has always been the most direct form of communication. Often the ear sees and the eye feels; by subverting the perception of space, it is necessary to reconsider the form in a sphere that simultaneously involves physical, social forms, subtle emanations, and those forms of space in continuous structural change.